Arance italiane piu' redditizie di quelle spagnole nel 2018

Secondo i dati di Faostat, l'agenzia statistica dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura (FAO), nel 2018 il prezzo medio applicato dai produttori italiani di arance ha superato il 172,72% rispetto a quello ottenuto dai coltivatori spagnoli. In realtà, questi ultimi sono stati superati anche dai produttori marocchini, che hanno ottenuto il 40,91% in più.

Pure i coltivatori israeliani sono riusciti ad applicare il 104,54% in più rispetto agli spagnoli, e i greci il 50% in più. Da parte loro, i coltivatori spagnoli hanno fatto pagare il 4,76% in più rispetto ai sudafricani, e il 69,23% in più rispetto ai fornitori turchi.

Faostat ha rivelato che i produttori spagnoli di arance hanno applicato un prezzo medio di 0,22 euro/kg, mentre gli italiani hanno ottenuto 0,60 euro/kg; gli israeliani, 0,45 euro/kg; Grecia, 0,33 euro/kg; Marocco, 0,31 euro/ kg; Sud Africa, 0,21 euro/kg e Turchia, 0,13 euro/ kg.

Se esaminiamo i dati di Euroestacom (ICEX-EUROSTAT) dello stesso anno, sembra che il Paese produttore a vendere le arance più costose ai Paesi dell'Unione europea (UE) sia Israele, che ha ottenuto un prezzo medio di euro 0,92 euro/kg, seguito dall'Italia, che ha applicato un prezzo medio di 0,82 euro/kg, da Spagna e Sudafrica, con 0,71 euro/kg, Marocco, con 0,58 euro/kg, Turchia, con 0,56 euro/kg e Grecia, con 0,47 euro/kg.

Fonte: hortoinfo.es


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto