Il settore ortofrutticolo europeo puo' diventare capofila e modello nella transizione verso un'industria ecocompatibile

Nel giro dei prossimi cinque anni ed entro il 2030, le nuove priorità geopolitiche della Commissione europea daranno forma al modello di business e ai commerci anche nel settore ortofrutticolo, contestualmente alla transizione dell'Europa verso un pianeta. climaticamente neutrale. Freshfel Europe si appella al settore ortofrutticolo affinché prenda la ribalta come industria trainante verso la transizione ecologica europea e per costruire opportunità in questo periodo di cambiamenti.

Il settore ortofrutticolo europeo sta sperimentando un periodo senza precedenti di cambiamento che mette alla prova mentalità e modelli di business. A partire dalla nuova priorità della commissione europea, da un nuovo mondo digitale, dal competitivo contesto delle relazioni commerciali internazionali (inclusa la nuova relazione tra Unione Europea e Gran Bretagna), fino alla drastica riduzione dell'uso di plastica e all'incrementata digitalizzazione in tutte le aree del business, il cambiamento è imminente. Nel mezzo di questi sviluppi, ci sono ampie opportunità per il settore ortofrutticolo europeo di configurarsi come industria capofila.

Con la Commissione europea che, a fine 2019, ha svelato il suo nuovo Green Deal (corso "verde") per il continente, nuove opportunità stanno cominciando a emergere, mentre l'Europa effettua la sua transizione verso un pianeta climaticamente neutrale.

Per il settore della frutta e della verdura, in particolare, queste opportunità includono, tra le altre cose, una produzione a residuo zero, una filiera a emissioni zero, un potenziamento del commercio digitale e alternative alle tradizionali soluzioni di confezionamento. Ora che siamo agli inizi del 2020, il settore ortofrutticolo dovrebbe costruire sulle basi di queste opportunità e orientarsi come industria leader in questa New Green Age.

L'organizzazione Freshfel Europe ha reiterato questo messaggio anche in occasione del suo meeting annuale a Berlino, durante Fruit Logistica. Il delegato generale Philippe Binard ha dichiarato: "Non dobbiamo sopravvalutare. Non dobbiamo sottovalutare il livello di discussione comunitario sulla direzione futuro del nostro continente. Il settore ortofrutticolo è già un'industria agroalimentare a basso impatto ambientale, Tuttavia l'attuale strategia geopolitica europea vuole stimolare la neutralità climatica in tutte le aree del business, per i decenni a venire. E' dunque venuto il tempo di agire, e di cogliere l'opportunità di guidare nuovi processi che possano far coincidere la richiesta del consumatore con l'esigenza ambientale, ora e nel futuro. Il Green Deal della Commissione europea sottolinea anche l'importanza di stimolare una dieta vegetale in tutta Europa. Quale migliore opportunità, quindi, per il settore della frutta e verdura?".

I membri di Freshfel Europa cercheranno di trarre vantaggio dai progressi della nuova legislazione europea e dagli effetti diretti e indiretti sulle operazioni commerciali nel settore. Di tutto questo si discuterà nell'evento annuale di Freshfel Europe, in programma a Bruxelles il 27 maggio 2020.


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto