Avvisi





Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Record per le esportazioni di cipolle olandesi nel 2019

Dopo il raccolto disastroso del 2018, il 2019 è stato un ottimo anno per le cipolle olandesi. Secondo il Central Bureau of Statistcs (CBS), al momento la resa lorda per ettaro supera di poco le 53 tonnellate. Si tratta del 65% in più rispetto alle 900mila ton della scorsa stagione, ma in realtà tale paragone risulta innaturale. Infatti, quest'anno i fatturati sono notevolmente migliori.

Secondo le stime preliminari del CBS, in questa stagione sono state raccolte dai campi olandesi 1,5 milioni di ton di cipolle da semina. Ciò significa che le rese lorde sono tornate totalmente al livello del 2017. E, con esse, anche il ruolo che la cipolla olandese gioca nel panorama mondiale.

Dati sull'export delle cipolle olandesi (fonte: HOA)

Un altro nuovo record nelle esportazioni
Nei primi sei mesi, le esportazioni sono state elevate. Verso la metà si era già superato il record cumulativo del 2017. Recentemente è stato raggiunto e superato anche l'emblematico record di 40mila ton alla settimana! Nella prima metà dell'attuale stagione delle esportazioni, la filiera olandese delle cipolle ha registrato un aumento delle vendite di oltre il 4% rispetto all'annata quasi perfetta del 2017, e quindi domina le classifiche mondiali a spese dell'India.

L'India ha bloccato l'export
In effetti, al momento si esporta cipolla olandese persino in India. Anche il Bangladesh e i paesi asiatici circostanti come le Filippine, l'Indonesia e la Malesia importano cipolle olandesi. Negli anni scorsi, le cipolle venivano fornite sia dall'India sia dai Paesi Bassi, ma quest'anno si tratta esclusivamente di cipolle olandesi.

Cambiamenti sorprendenti
Nella classifica dei 20 principali paesi importatori ci sono stati alcuni cambiamenti degni di nota. Dopo due anni di assenza, il Brasile è tornato in quinta posizione. Quest'anno il paese ha avuto a che fare con danni nei raccolti, dovuti all'impatto del clima e non riesce a importare molto dai vicini paesi sudamericani per via degli stessi problemi. E' la prima volta che sono state spedite cipolle in Brasile così presto nella stagione. Di conseguenza, è decisamente possibile che questa destinazione torni più avanti nella stagione. Tuttavia, la cosa più sorprendente è l'arrivo della Polonia al 12mo posto, con un aumento nelle vendite di oltre il 500%.

Incrementi in Estremo Oriente
La scalata in classifica più grande, tuttavia, l'ha realizzata la Thailandia, salendo alla 19ma posizione, con poco più di 7,5 milioni di kg. Nel 2018, la Thailandia era all'87ma posizione con solo 29mila kg.

Si è notato lo stesso con le esportazioni in Malesia, che è tornata con oltre 38 milioni di kg, superando di molto il livello del 2017. Le cipolle olandesi vanno a colmare il gap naturale che è emerso in molti paesi dell'Asia orientali, dopo il blocco delle esportazioni indiane di questa stagione.

Inoltre, tra i primi 20 paesi importatori di cipolle olandesi di questa stagione troviamo anche lo Sri Lanka, che è saltato fuori dal nulla con un volume di oltre 22mila kg. Lo stesso vale per un paese come la Libia che è passata da zero a oltre 2,7 milioni di kg.

Fonte: Holland Onion Association


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto