Avvisi





Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Dati Ismea dal 6 al 12 gennaio 2020

Scambi soddisfacenti per pere, mele e kiwi

Dopo la pausa festiva il mercato ha ripreso la normale attività di contrattazione. Per pere, mele e kiwi anche la seconda settimana di gennaio, ha mostrato un andamento degli scambi alquanto soddisfacente, complice una domanda nel complesso interessata all'acquisto. I listini, non hanno mostrato particolari variazioni. I lievi assestamenti osservati sono da attribuire a oscillazioni di prezzo rilevati su qualche piazza monitorata.

Mele da consumo fresco: dopo la pausa festiva è ripresa la normale attività di contrattazione sui principali mercati. La commercializzazione del prodotto sia sul circuito interno sia sul fronte estero si è svolta in un clima di generale interesse della domanda. Le richieste sono pervenute non solo dai tradizionali partner europei - Germania, e Paesi Scandinavi, ma anche dai Paesi Arabi. Sotto il profilo delle quotazioni, i prezzi nel complesso sulle differenti piazze monitorate hanno mostrato una generale stabilità. Solo sulla piazza di Bolzano, rivalutazioni di prezzo sono state osservate per le varietà Gala e Granny Smith, in considerazione di un prodotto dal calibro più sostenuto.

Pere da consumo fresco: con la ripresa dell'attività di contrattazione dopo la pausa festiva, il mercato non ha evidenziato grosse variazioni rispetto all'andamento già registrato nel corso dello scorso anno. Le contrattazioni concluse sia sul circuito interno sia sul fronte estero sono proseguite a ritmi regolari e costanti e in linea con i quantitativi quest'anno disponibili. A livello varietale, un mercato positivo si è riscontrato per l'Abate agevolmente ceduta nonostante prezzi decisamente sostenuti. Fluide le vendite anche per Kaiser, Conference e Decana del Comizio per le quali si registra una discreta richiesta. Sotto il profilo delle quotazioni, i prezzi medi all'origine hanno mostrato una tendenza al rialzo da imputare all'incremento osservato sulla piazza di Bologna dove una migliore intonazione della domanda ha favorito i listini.


Clicca qui per un ingrandimento della tabella.

Kiwi: nella seconda settimana del nuovo anno, il mercato per il kiwi si è concluso sulla scia di quanto evidenziato nelle precedenti rilevazioni. Sotto il profilo degli scambi una buona richiesta è pervenuta dai mercati europei, dove tuttavia, la costante presenza di merce di provenienza greca caratterizzata da quotazioni inferiori al prodotto nazionale, non ha permesso agli operatori del settore di poter avanzare rivalutazioni di prezzo. A ritmi regolari e costanti sono proseguite le vendite sul circuito interno, a fronte di una domanda sostanzialmente stabile. I prezzi sulle differenti piazze monitorate sono risultati in linea con quanto rilevato la settimana precedente, ad eccezione del prodotto veronese i cui corsi hanno mostrato una flessione, in funzione dei minori quantitativi richiesti.

Fonte: ismeamercati.it


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto