Avvisi





Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

In Argentina una tempesta di grandine distrugge 500 ettari di mele e pere

Nelle regioni di Regina e Chichinales, nella provincia argentina del Rio Negro, quasi 500 ettari di meli e peri sono stati distrutti dalla forte tempesta di grandine che si è verificata domenica 12 gennaio 2020. Secondo l'Istituto nazionale di tecnologia agricola, INTA, l'area è stata colpita da una tempesta di categoria 3, la più elevata perché i chicchi di grandine hanno raggiunto i 20 millimetri di diametro.

Ci sono state tempeste di grandine anche nei comuni di Roca, Allen e Fernandez Oro, ma non hanno causato danni all'agricoltura.

L'area più colpita è concentrata nella Regina orientale, verso Chichinales, dove oltre 50 produttori hanno comunicato alla Camera dei produttori regionali di essere stati danneggiati dalla grandine.

Andrea Rodríguez, che lavora nel settore meteorologico della Stazione Sperimentale dell'INTA Alto Valle, ha affermato che il danno agli alberi da frutto è stato molto grave,. La raccolta dovrebbe iniziare questa settimana, ma le forti raffiche di vento e questa tempesta hanno complicato la situazione per i produttori.

Hugo Gagliano, uno dei produttori interessati, che ha circa 40 ettari di alberi da frutto distribuiti tra Regina e Chichinales, stima perdite fino al 20%, ma ci sono molti ettari con danni al 100%, egli dichiara. Miguel Tavernini, un produttore che possiede 12 ettari nella città di Cuatro Esquinas, ha perso tutta la sua produzione di pere, mele e pesche. "Nei prossimi giorni raccoglieremo il frutto che è rimasto per venderlo all'industria del succo", ha dichiarato, visibilmente scoraggiato. Tavernini ha detto che il denaro che riceverà sarà a malapena sufficiente a coprire i costi di raccolta.

Fonte: rionegro.com.ar 


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto