Avvisi



Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Metapontino: visita del Ministro Bellanova in alcune aziende

Carenza di manodopera e cambiamenti climatici: i produttori interpellano le istituzioni

Nella mattinata di ieri, 13 gennaio 2020, il Ministro italiano all'agricoltura, Teresa Bellanova, si è recata in visita presso alcune realtà imprenditoriali del metapontino (Basilicata). Dai fragoleti della Cooperativa Frutthera ai campi innovativi di frutta esotica della Ditta Rocco Zuccarella, passando poi nei diversi stabilimenti di Orogel, Apofruit e Assofruit.

Un appuntamento che è stato occasione per presentare come l'agricoltura locale sia estremamente importante per l'intera economia regionale, nonostante le diverse difficoltà ormai quotidiane, come la carenza di manodopera e i cambiamenti climatici.

"A ridosso dell'avvio della campagna fragolicola 2020, per la quale contiamo circa 50 ettari messi a dimora, il problema ora sta nel reperire manodopera idonea, anche con un compenso sopra la media. Siamo consapevoli che lavorare in agricoltura comporti uno sforzo enorme e diverse difficoltà, ma a ogni campagna vengono meno diverse unità lavorative; diventa pertanto difficile programmare e gestire sia gli ordinativi che le prossime annate"; cosi riferisce a FreshPlaza Demetrio Nicodemo di Frutthera, aggiungendo: "Tale situazione è stata resa ancora più difficile dall'entrata in vigore del cosiddetto reddito di cittadinanza. Giustamente, i beneficiari di questo sussidio sociale non hanno alcun interesse a lavorare in agricoltura".

Situazione attuale in alcuni fragoleti del metapontino.

"La campagna fragolicola è più vicina di quanto si possa pensare. L'andamento climatico mite, infatti, ha anticipato di circa 20 giorni il ciclo produttivo. Speriamo bene per febbraio, periodo solitamente incerto dal punto di vista meteorologico". 

"Altra problematica è il mutamento climatico. I nostri areali sono stati recentemente colpiti da eventi atmosferici fuori dal normale. Trattasi di episodi sempre più frequenti, che generano una serie di danni per i quali non vediamo aiuti o sgravi fiscali".

Il Ministro ha invece comunicato: "Stiamo lavorando sulle emergenze climatiche attraverso un fondo a livello europeo. Con le compagnie assicurative, negli ultimi anni, si è riusciti a coprire solo il 5% dei danni subiti; per questo è importante ragionare non solo sugli strumenti nazionali; insistiamo sulla creazione di un fondo europeo".

"L'agricoltura è quel settore nel quale riteniamo possano trovare soddisfazioni lavorative ragazzi e ragazze - ha dichiarato Bellanova - Nella Legge di Bilancio ho voluto che si destinassero 600 milioni esclusivamente per il settore primario. Dobbiamo sostenere i giovani che vogliono investire in agricoltura, desiderosi di avviare un'attività capace di produrre eccellenze. Coltivare fragole senza utilizzare prodotti chimici significa avere un costo più alto per l'azienda. Per questo è importante informare il consumatore, perché non si lasci ingannare dai prodotti sotto costo. Quell'apparente risparmio, qualcuno lo sta pur pagando: o il lavoratore che non viene rispettato, o un'impresa che non fa investimenti, oppure noi con la nostra salute".

Incontrando il Ministro, il presidente di Apofruit Italia, Mirco Zanotti ha aggiunto: "Vorremmo che anche al settore ortofrutticolo e all'agricoltura in generale fosse riservata quell'attenzione che suscitano le crisi delle grandi aziende italiane. L'ortofrutta è un settore strategico, che ha un ruolo primario nell'importante comparto alimentare, crea reddito e difende l'ambiente. Ma necessita di una rigenerazione, mentre, purtroppo, ci sono già oggi delle colture che vanno inesorabilmente scomparendo".

Il direttore generale di Apofruit Italia, Ilenio Bastoni, ribadisce: "La necessità prioritaria di rendere operativo il "Tavolo Ortofrutticolo" per affrontare collegialmente i temi che assillano il settore; il compito di rilevare le fragilità e le emergenze che gravano sull'ortofrutticoltura italiana. In cima alle difficoltà si evidenzia l'export che nonostante l'impegno di grandi strutture come Apofruit, presente con prodotti di eccellenza sui mercati internazionali, ha un andamento a singhiozzo. Perché i nostri prodotti possano trovare giusta collocazione è assolutamente necessario che vengano rimosse le barriere fitosanitarie che impediscono lo sbarco delle nostre produzioni su alcuni grandi mercati, è il caso delle pere e delle mele sui mercati della Cina, i kiwi sul mercato giapponese"

"Le grandi campagne di raccolta, come quelle delle fragole proprio qui in Basilicata, e quelle delle pesche e dei kiwi in altre aree di produzione, evidenziano ogni anno notevoli difficoltà di reperimento di lavoratori. Ciò rende inevitabile una riflessione sul decreto flussi di lavoratori stranieri che potrebbe configurarsi come una grande opportunità per rilanciare la produzione italiana".


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto