Avvisi





Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Frigoconservare troppo a lungo le mele polacche non paga

In questa stagione, secondo un commerciante polacco di mele, conservare i frutti nelle celle refrigerate per molto più tempo non sarà una strategia praticabile. Molti commercianti stanno ancora conservando i loro prodotti, aspettando prezzi migliori ma, considerata la qualità delle mele, questa strategia non sarà quella vincente.

Finora è stata una stagione strana, per le mele polacche, afferma Mohamed Marawan, amministratore delegato dell’azienda polacca di produzione ed esportazione di mele, Sarafruit. "Nel corso della stagione, i prezzi delle mele sono stati talmente bassi che venderle non ci avrebbe fruttato guadagni. Questa situazione ha portato i coltivatori a non prendersi cura dei loro frutteti come avrebbero dovuto, poiché hanno pensato sarebbe stato inutile. Potrebbero non aver irrorato a sufficienza o con la frequenza con cui avrebbero dovuto. Questa situazione ha prodotto un forte impatto sulla capacità di conservare le mele nelle celle refrigerate, per un lungo periodo di tempo".

Secondo Marawan, una volta aperte le celle refrigerate, sarà un disastro. "Naturalmente i prezzi scenderanno, ma le mele nelle celle refrigerate avranno problemi sulla buccia, o macchie nere o addirittura risulteranno ammuffite all'interno. I commercianti avrebbero dovuto vendere i loro prodotti quando avevano la possibilità di realizzare un profitto, piuttosto che aspettare che i prezzi aumentassero".

"La strategia di conservare le mele nelle celle refrigerate il più a lungo possibile, semplicemente non funzionerà, in questa stagione. I costi dell'elettricità necessaria a far funzionare le celle saranno inferiori ai profitti realizzati nell'attesa di prezzi più alti. La qualità inferiore del frutto significa anche che ci saranno meno possibilità nei mercati d'esportazione".

Il fatto che i commercianti indiani potrebbero cercare merce altrove non sorprende Marawan. "Tutto è iniziato con la Polonia che non aveva abbastanza manodopera per la raccolta delle mele e ha chiamato in aiuto i lavoratori indiani. Naturalmente, questo ha portato anche alcuni imprenditori a venire a vedere quali profitti potevano essere realizzati, scoprendo che, in questa stagione, quando si spediscono le mele dalla Polonia all'India, la qualità non è tale da riuscire a gestire i lunghi tempi di transito. Quando il prodotto raggiunge il mercato, ai clienti potrebbe non piacere. Questo è il motivo per cui la Sarafruit ha respinto le richieste provenienti dall'India. Non perché non vogliamo vendere le nostre mele su quel mercato, ma perché in questa stagione non è possibile garantire quella qualità a cui i consumatori si sono abituati".

Il prossimo anno potrebbe essere completamente diverso, poiché Marawan si aspetta che la qualità torni al suo livello normale, dopo due stagioni molto particolari. "Finché la qualità della mela sarà abbastanza buona per affrontare dei lunghi tempi di trasporto, il mercato indiano rimarrà interessante. Speriamo di riuscire a raggiungerlo, ma comunque abbiamo anche altri piani per il prossimo anno. Durante Fruit Logistica incontreremo i nostri partner italiani e spagnoli per discutere sui recenti sviluppi del mercato. Vorremmo iniziare a spedire mele in Medio Oriente e a importare arance dall'Egitto alla Polonia. La fiera sarà entusiasmante!".

Per maggiori informazioni:
Mohamed Marawan
Sarafruit
Tel: +48 537 935 155
Email: office@sarafruit.eu
www.sarafruit.eu 


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto