Avvisi





Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Turchia e Ucraina pronte a occupare questo mercato

Si riducono le prospettive per il commercio di mele polacche in India

Il mercato polacco delle mele potrebbe dover affrontare alcune difficoltà sul mercato indiano. Secondo un'azienda d’esportazione indiana, la Fruitways, che ha recentemente visitato i più grandi mercati della frutta in India, difficilmente si trovano mele polacche in circolazione. Quel che è peggio, due importanti nazioni competitor della Polonia potrebbero guadagnarsi il favore degli importatori indiani, considerato che prezzi e qualità sono semplicemente migliori rispetto a quelli polacchi. E' quanto sottolinea la Fruitways.

Saurabh Tanwar è il direttore della Fruitways, azienda indiana che opera nell'import/export di frutta fresca. Dopo aver lavorato con molti agricoltori polacchi e aver spedito le sue mele in India, l'esperto ha notato una tendenza preoccupante sul mercato indiano. Le mele polacche non si trovano da nessuna parte.

"Di recente ho fatto un viaggio in India, per visitare tutti i tipi di mercati di frutta e verificare la presenza dei diversi prodotti. Ho notato che il mercato risultava rallentato, con mele indiane vendute tra 50 e 60 centesimi di dollaro al kg, e mele importate principalmente dalla Turchia, mentre per altre mele locali i prezzi sono risultati ancora più bassi, circa 40 centesimi di dollari per kg. Ora, osservando più da vicino questi frutti, ho scoperto che la loro qualità era davvero buona. Questa è stata una sorpresa poiché le mele indiane hanno di solito caratteristiche inferiori, non hanno la giusta compattezza, e così via. Tuttavia, guardando ora le mele indiane, il colore e la croccantezza sono stati davvero notevoli, quest'anno. Inoltre, c'è stato un raccolto eccezionale, quindi ci sono tanti volumi disponibili".

Con i prezzi indiani così bassi, è quasi impossibile realizzare un profitto con le mele d'importazione, afferma Tanwar. "Devi pensare ai costi di trasporto, far passare i frutti alla dogana senza subire danni. Prendi le mele turche, per esempio: dopo averle sdoganate ti costeranno 27,58 dollari/cassa da 18 kg. Le stesse mele vengono poi vendute a 16,55/21,09 dollari a cesta nei mercati frutticoli, quindi quest'anno gli esportatori di mele turche subiranno enormi perdite. Le mele degli agricoltori indiani locali sono molto richieste in questo momento, e con una produzione molto elevata, è facile immaginare che le celle refrigerate siano completamente piene”.

E' in questa situazione che le cose potrebbero diventare un po' rischiose per gli esportatori polacchi di mele, che hanno l'India come principale mercato d’esportazione. "I polacchi, tradizionalmente, immagazzinano i loro frutti nelle celle refrigerate, aspettando che finiscano le scorte indiane. In questo modo, ottengono prezzi migliori per il loro prodotto, il che ha perfettamente senso e non è da biasimare. In una situazione normale, il mercato indiano avrebbe esaurito le mele domestiche entro dicembre o gennaio, subito dopo la fine del grande festival nazionale. I volumi di quest'anno sono invece talmente alti, che non prevediamo si esauriscano fino a marzo. Quindi, fino ad allora, non ci sarà alcuna richiesta di mele polacche", spiega Tanwar.

Inutile dire che ciò avrà un impatto sui coltivatori polacchi di mele che stanno immagazzinando i loro prodotti. Ma potrebbero semplicemente aspettare un paio di mesi, giusto? Tanwar non ne è troppo sicuro, dato che un nuovo operatore potrebbe avere presto accesso al mercato indiano. “L'Ucraina ha inviato la sua prima spedizione di prova di cinque container in India. Una volta che saranno arrivati questi carichi, il mercato indiano sarà ufficialmente aperto all'Ucraina. Ora i polacchi hanno prezzi economici per le loro mele, ma le mele ucraine sono ancora più economiche e si dimostreranno presto le principali concorrenti per gli esportatori polacchi".

Con le mele polacche sempre meno competitive per la Fruitways, Tanwar affronterà presto lunghi viaggi. La sua destinazione sarà il Sud America, per l'esattezza il Cile. "Abbiamo esaminato le diverse opzioni e il Cile è risultato un candidato di spicco, per la posizione. La loro stagione inizia di solito verso la fine di febbraio, il che sarebbe perfetto, considerando i 50 giorni richiesti per il trasporto. Significa che saremo in grado di rifornire il nostro mercato di mele proprio quando si esauriscono le scorte domestiche. Di fatto, i coltivatori cileni con cui opero hanno in programma di iniziare la loro stagione un po' prima, nel 2020. La raccolta potrebbe iniziare già a metà gennaio!"

Pertanto, in futuro, il Cile potrebbe diventare il principale fornitore di mele in India. Tanwar arriva persino a dire che smetteranno di lavorare con gli esportatori polacchi di mele, in questo 2020: "Ci aspettiamo che la prima spedizione venga inviata l'8 febbraio. Finora la qualità sembra veramente eccezionale, con ottimi livelli di Brix e pressione. Ora, la domanda è: poiché l'India avrà scorte fino a marzo e, da quel momento, potrà subentrare il Cile, dove rimane spazio per la Polonia? Hanno il mese di gennaio per inviare le loro mele in India, quando i prezzi non saranno ancora soddisfacenti, per loro. Come azienda abbiamo abbandonato i nostri precedenti piani per il 2020 con la fornitura di mele polacche e lavoreremo con questi prodotti solo fino alla fine di gennaio. Il fatto che la nostra ultima spedizione, un singolo container dalla Polonia, sia stato riempito al 70% con Royal Gala danneggiate, è stato il colpo di grazia. Il Cile rappresenta il nuovo progetto della Fruitways”.

Per maggiori informazioni:
Saurabh Tanwar
Fruitways
Tel: +48 503 939 974
Email: saurabh@fruitways.pl 


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto