Obiettivo: raddoppiare la produzione di patate dolci, considerato l'incremento della domanda

Le patate dolci prodotte in Kenya hanno recentemente goduto di un aumento della popolarità. Considerato un aumento della domanda e degli acquirenti, la comunità keniota sembra entusiasta di iniziare ad aumentare la superficie e il numero di agricoltori impegnati in questa coltivazione.

Il Kenya si aspetta un aumento del numero di produttori di batate poiché la domanda è aumentata in modo significativo, nelle ultime settimane, tale per cui si è tenuto un incontro tra gli operatori della Barrinate Farms e le agenzie governative, per vedere cosa si debba fare per rafforzare il settore.

"Ultimamente, abbiamo assistito a un aumento della richiesta: un numero maggiore di acquirenti è interessato ad acquistare le nostre patate dolci o a collaborare in qualche modo con noi. Tuttavia, per poter raddoppiare la produzione è necessario un lavoro di squadra", ha affermato la dott.ssa Barbara Magoha, amministratore delegato della Barrinate Farms.

"Dato che intendiamo aumentare la nostra produzione, e considerato che molte persone nella regione hanno mostrato interesse nella coltivazione di patate dolci, abbiamo tenuto un incontro tra acquirenti, portatori d'interesse, agricoltori, funzionari nazionali, banche e altre agenzie coinvolte nella produzione pataticola, per vedere come possiamo raggiungere questo obiettivo. Il governo ha prodotto più piante per le patate dolci, ma non vogliamo incoraggiare il reimpianto poiché questo potrebbe causare più malattie e una maggiore presenza di parassiti".

Per fare progressi, l'industria keniota delle patate dolci ha bisogno di una spinta finanziaria, afferma Magoha. "Durante l'incontro, si è detto che ci aspettiamo un maggiore impegno da parte di tutti i soggetti coinvolti. Soprattutto abbiamo bisogno di un sostegno finanziario per gli agricoltori, e abbiamo trovato alcuni potenziali investitori disposti a sostenere il settore, dove possono".

Alla domanda su quale sia la massima priorità, Magoha ritiene che sia necessaria una macchina selezionatrice. "Attualmente selezioniamo manualmente tutte le nostre patate dolci, dopo averle raccolte. Ciò richiede molto tempo e, se vogliamo aumentare la produzione, più selezioniamo le nostre patate dolci in base alla qualità, meno prodotto andrà perso. Riteniamo che questo sia un obiettivo importante, poiché prevediamo anche di utilizzare il prodotto in eccesso per la produzione di amido".

Secondo Magoha, l'aumento della domanda proviene principalmente dal continente europeo. "Abbiamo ricevuto la maggior parte delle richieste dal Regno Unito e dall'Italia. A gennaio, una delegazione italiana verrà a farci visita per vedere il progetto. Tuttavia abbiamo anche ricevuto una telefonata da una società israeliana che vorrebbe collaborare con noi. Tutto sommato, stiamo vivendo una fase molto interessante. Altri mercati in crescita per noi sono quelli di Paesi come la Danimarca e i Paesi Bassi, e abbiamo persino ricevuto richieste dal Sudafrica!"

Per maggiori informazioni:
Dr. Barbara Magoha
Barrinate Farms
Tel: +254 722 527 009
Email: Barrinatefarms@gmail.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto