Focus sul mercato mondiale della patata dolce

In breve tempo la popolarità della patata dolce o batata è aumentata enormemente tra i consumatori. Le principali regioni di produzione per le patate dolci sul mercato europeo e nord-americano sono Stati Uniti, Spagna ed Egitto. In questa stagione l'offerta è ampia, soprattutto per la Spagna, che a dicembre introdurrà sul mercato una fornitura notevole. In alcune zone le condizioni meteorologiche hanno avuto un impatto sulle rese. L'Italia ha registrato un forte calo delle rese e negli Stati Uniti il raccolto di questa stagione ha ritardato più del solito.

Paesi Bassi: grandi volumi dagli Stati Uniti e ancora offerta da Spagna ed Egitto
Il raccolto di batate americane è stato leggermente maggiore rispetto all'anno scorso. Ciò ha determinato un inizio di stagione più difficile a causa della presenza di una cospicua offerta da Egitto e Spagna. Mentre la stagione scorsa era difficile ottenere patate dolci a un prezzo competitivo, ora si sta verificando un surplus di fornitura. Tuttavia, gli olandesi prevedono una ripresa nel periodo natalizio e i clienti di Egitto e Spagna stanno passando alle patate dolci degli Stati Uniti. Inoltre, è cominciata la stagione delle fragole egiziane e quindi ci sono meno container a disposizione per spedire le patate dolci; è segno quindi che l'Egitto smetterà di esportare il prodotto. Da qualche anno a questa parte, la popolarità delle patate dolci è aumentata enormemente nei Paesi Bassi e anche in questa nazione si avviano sempre più coltivazioni sperimentali.

Germania: il prodotto d'oltremare caratterizza l'offerta invernale
Dopo un buon inizio di stagione nelle zone di coltivazione europee intorno ad agosto, fino a novembre inoltrato il mercato è stato vivace. Anche in Egitto l'inizio della campagna è stato relativamente di successo, anche se da ottobre si è verificato un surplus di fornitura con prezzi molto bassi. Attualmente sta cominciando la fornitura dall'America Latina, soprattutto dal Guatemala. Si registrano buone opportunità per le varietà tropicali (soprattutto la Covington, la Beauregard e la Evangeline). "Contiamo di ottenere delle buone vendite e dei prezzi stabili tra dicembre e febbraio", dichiara un importatore.

In termini di volume in commercio, la Germania risulta ancora un po' indietro rispetto a Gran Bretagna ed Europa meridionale, nonostante il consumo sia in rapido aumento anche in questo Paese. Nel frattempo, sono sempre di più i coltivatori che provano a produrre patate dolci in Germania. Queste batate regionali sono senza dubbio molto popolari nei retailer locali. Intanto in Svizzera si è verificata una professionalizzazione: i coltivatori hanno costituito una cooperativa di vendita denominata Batati per rifornire direttamente il settore nazionale della Grande distribuzione. Al momento, si sta cercando anche di produrre patate dolci di II categoria che soddisfino i requisiti dei retailer per trasformare il prodotto a proprio marchio.

Francia: la preferenza va alle patate dolci spagnole
Attualmente, in Francia, il mercato della patata dolce è dominato da Stati Uniti, Egitto e Spagna. Il mercato francese, tuttavia, preferisce il prodotto spagnolo visto che è decisamente più economico rispetto a quello statunitense. La patata dolce spagnola è anche più fresca. Le batate vengono raccolte giorno per giorno ed esportate direttamente. Negli Stati Uniti si raccolgono tutte in una volta e le vendite attingono dalle scorte.

Al momento, i prezzi presenti sul mercato francese variano tra 0,90 e 1,00 euro/kg per il prodotto spagnolo e tra 1,15 e 1,20 euro/kg per quello americano. La domanda continua ad aumentare sul lungo termine e quindi sempre maggiore è il numero di coltivatori francesi interessati alla produzione di questo tubero.

Spagna: scorte elevate per un mercato europeo in crescita
Al momento, la maggior parte delle patate dolci spagnole è disponibile sul mercato. La raccolta è cominciata a luglio e ora i magazzini sono colmi di prodotto destinato alla vendita sul mercato europeo. Sebbene ci sia una notevole concorrenza, con una produzione locale sempre più alta, il consumo continua ad aumentare. A causa della crescente domanda, i prezzi restano stabili per gran parte della campagna.

In questa stagione, il volume risulta essere più alto rispetto all'anno scorso, quando fu ridotto dalle precipitazioni eccessive registrate nelle principali zone di produzione. La qualità attuale è buona e la domanda è elevata andando incontro al periodo natalizio. Dopo Natale, la richiesta dovrebbe diminuire temporaneamente per poi aumentare di nuovo perché la patata dolce è un alimento ricercato quando si vuole sostenere una dieta ipocalorica.

Inoltre, è ancora presente una domanda da parte del settore della trasformazione, per cui al momento c'è una buona fornitura. All'inizio della stagione, quando non c'era ancora molto prodotto sul mercato, la domanda era piuttosto elevata. Il mercato domestico spagnolo continua a essere di nicchia per questo prodotto. In Portogallo, il consumo è cinque volte più elevato. La principale zona di produzione è Cadice, ma si pianta sempre di più anche a Granada, Siviglia, Valencia e Alicante.

Italia: resa dimezzata quest'anno a causa delle condizioni climatiche avute in primavera
Sul mercato italiano la patata dolce è ancora piuttosto sconosciuta, ma le cose cominciano a cambiare. In Veneto si è registrato un netto calo nella produzione (di circa il 50%). La causa principale sono state le piogge eccessive nei mesi primaverili, durante i trapianti. Il prezzo delle patate dolci compensa in qualche modo la resa più bassa. Attualmente, si parla di circa 1,20-1,50 euro/kg. La vendita di patate dolci venete terminerà questa settimana.

"Quest'anno la nostra resa risulta dimezzata rispetto agli anni scorsi – dichiara un coltivatore pugliese – Abbiamo cominciato la raccolta a metà agosto e diversi commercianti hanno mostrato interesse. Tuttavia, i prezzi offerti non soddisfano le nostre aspettative. La raccolta è terminata a ottobre".

Il 6 novembre a Caraglio, in Piemonte, è terminata la raccolta delle batate, prodotte nell'ambito del progetto "Batata Buona". Attualmente i coltivatori impegnati nel progetto sono nove e le prospettive di mercato sono favorevoli. Questi coltivatori si trovano negli areali di Caraglio e Bernezzo.

Egitto: prezzi più alti che mai all'inizio della stagione
All'inizio della stagione della patata dolce egiziana il prezzo è stato incredibilmente elevato. Ciò è dovuto alle carenze registrate in Stati Uniti ed Europa. Il prezzo risultava essere quattro volte più alto del normale, fino a coprire i costi per 14 volte. Dopo un paio di mesi i prezzi hanno cominciato a diminuire notevolmente, per via dell'inizio della stagione anche in altri Paesi di produzione.

Cina: un volume più alto mette i prezzi sotto pressione
In Cina, negli areali precoci a sud del Paese hanno cominciato con la raccolta delle patate dolci a luglio. La raccolta della varietà più tardiva è cominciata a ottobre. Rispetto all'anno scorso, le operazioni di raccolta sono cominciate più tardi a causa delle abbondanti piogge. L'impatto delle precipitazioni è stato particolarmente sentito soprattutto a Guangxi, dove quest'anno il raccolto ha mostrato una riduzione del 20%.

Attualmente sul mercato c'è molta offerta perché diverse zone di produzione hanno ampliato la coltivazione e ciò ha determinato un aumento del raccolto di quest'anno. Questa situazione ha messo sotto pressione i prezzi, che al momento sono più bassi rispetto all'inizio della campagna. Inoltre, quest'anno i costi di produzione delle patate dolci sono aumentati e ciò ha messo ulteriormente sotto pressione i margini di guadagno dei coltivatori. Siccome la coltivazione delle patate dolci ha registrato un tale aumento, sempre più aziende non vedono l'ora di esportare il loro prodotto. Si esporta già in Europa e in Canada, dove le batate sono ben accolte e c'è una grande domanda.

La patata dolce è più popolare nel nord della Cina. Nel sud devono ancora prendere familiarità con questo prodotto e quindi viene consumato di meno. Inoltre, nel Paese si investe molto in nuove varietà, che presentano anche un prezzo migliore e più stabile sul mercato.

Stati Uniti: report diversi sulla situazione di mercato
Normalmente negli Stati Uniti la raccolta delle patate dolci comincia alla fine di luglio, ma quest'anno non è iniziata fino a fine agosto o inizio settembre. Le condizioni meteorologiche, come le piogge e la siccità, sono state la causa di un raccolto al di sotto della media nella maggior parte delle regioni. In alcuni stati come la Louisiana e la California le scorte sono scarse. In California si parla del 15-20% di stock in meno rispetto all'anno scorso. Nella Carolina del Nord, le rese sembrano essere migliori rispetto all'anno scorso nonostante la siccità.

La domanda è in linea con le aspettative dei commercianti, soprattutto se si guarda al periodo del Ringraziamento. Con il Natale alle porte ci si aspetta un aumento. Quest'anno i prezzi sono più alti e stabili rispetto agli anni precedenti. Ciò è dovuto al fatto che non ci sono scorte residue dall'anno scorso e il raccolto è nella media. Nella Carolina del Nord e in California, i prezzi sono al di sopra della media, ma i coltivatori registrano anche costi più alti del normale.

Tuttavia, i report per regione differiscono tra loro. In California, la causa del raccolto inferiore è da ricercare principalmente nelle piogge, che hanno generato anche problemi di qualità. Il prezzo è aumentato, ma anche i costi sono stati più alti. In Louisiana si è notato un chiaro ritorno alla normalità in termini di quotazioni dovuto all'assenza di scorte dell'anno scorso. Nella Carolina del Nord, i prezzi sono al di sopra della media, ma con una domanda nella media intorno al Ringraziamento.

Australia: la stagione di picco è alle porte
I mesi primaverili e invernali rappresentano il periodo di picco per la patata dolce australiana. La maggior parte dei Paesi entra in produzione alla fine di dicembre o inizio di gennaio. Solo nel Queensland, la batata si coltiva per tutto l'anno e rappresenta il 78% della produzione australiana. L'anno scorso ne sono state coltivate 97.222 tonnellate, un aumento dell'11% ma una perdita in valore del 16%. La maggior parte della produzione è destinata al mercato interno. I volumi esportati sono limitati, ma anche qui si nota una crescita. I mercati più importanti per l'Australia sono Emirati Arabi Uniti (57%), Hong Kong (16%) e Singapore (15%). La principale varietà è la patata dolce dorata che rappresenta il 90% della produzione totale.


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto