Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

I problemi della melicoltura polacca favoriranno le mele turche

La stagione delle mele turche è già in pieno svolgimento, ma il periodo interessante arriverà con l’anno nuovo. A causa della carenza produttiva registrata in Europa, un esportatore turco ritiene che a fine gennaio ci sarà un aumento dei prezzi. Il suo consiglio agli importatori è dunque di ottenere un prezzo fisso il prima possibile così, quando arriverà febbraio, saranno avvantaggiati.

La coltivazione delle mele non è una novità, per la Turchia, ma l'esportazione del frutto risale a circa 5-6 anni fa. Secondo Alper Kerim, amministratore delegato della Demir Fresh Fruits, la Turchia ha il potenziale per diventare un grande attore nel mercato mondiale delle mele: "Negli ultimi anni, abbiamo investito in celle refrigerate e impianti di confezionamento. Spero che, tra dieci anni, la Turchia si classificherà tra i primi tre esportatori di mele al mondo".

"Quest'anno potrebbe essere importante, poiché l'Italia e la Polonia hanno avuto problemi con le condizioni meteo. E questa situazione avrà un effetto positivo sul commercio turco di mele, perché noi non abbiamo avuto gli stessi problemi per le nostre colture. Abbiamo delle carenze dovute anche alle condizioni meteo, ma le percentuali di perdita non si avvicinano minimamente a quelle segnate nelle aree polacche".

Kerim arriva persino a dire che la Polonia è il Paese competitor più importante con cui la Turchia deve fare i conti. “L'Italia è un'altra storia, perché la loro reputazione e i prezzi sono semplicemente a un altro livello rispetto alle produzioni polacche e turche. In effetti, i problemi meteo in Polonia sono gli unici che avranno davvero un impatto sul mercato turco, poiché le mele polacche sono dirette rivali delle nostre, soprattutto in India, che è uno dei maggiori Paesi importatori di mele al mondo".

"Se parliamo di volumi, Russia e India sono i mercati più importanti per la Turchia. Le mele turche sono molto funzionali sul mercato russo, poiché vengono vendute facilmente, e i tempi di transito e i collegamenti con la Russia rendono tutto il processo più semplice. Tuttavia, in India dobbiamo competere con Iran, Italia, Stati Uniti e, in particolare, con le mele polacche. Pertanto, la carenza di offerta dalla Polonia significherà una grande opportunità per noi, in questa stagione".

Per stare al passo con la concorrenza, Kerem e la Demir Fresh Fruits hanno investito molti soldi in ricerca e sviluppo: "Cerchiamo di confezionare i nostri prodotti con i sistemi più nuovi, secondo le ultime richieste dei clienti. Quest'anno, in particolare, siamo molto fiduciosi sul nostro prodotto e sulla sua qualità. Finora abbiamo ricevuto feedback molto positivi dai nostri clienti, una soddisfazione per chiunque fornisca un servizio".

Kerem prevede che i prezzi delle mele aumenteranno in modo significativo dopo gennaio, quando molte scorte si esauriranno. "A causa della carenza di altri Paesi europei, la Turchia diventerà importante per il mercato, dopo il difficile mese di gennaio. Ci aspettiamo che i prezzi aumentino rapidamente anche in quel caso, motivo per cui chiediamo sempre ai nostri clienti di venirci a trovare e a impostare un piano di fornitura per i prossimi mesi. Aver fissato un prezzo sarà un vantaggio a febbraio o marzo; una volta firmati contratti e programmi, i nostri acquirenti potranno rimanere competitivi".

Per maggiori informazioni:
Alper Kerim
Demir Fresh Fruits
Tel: +90 532 514 2080
Email: alper@dff.com.tr
www.dff.com.tr


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto