Avvisi

La clessidra





Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Situazione di mercato entusiasmante per le cipolle, come non si vede tutti i giorni

La stagione delle patate d'importazione inizia realmente a metà febbraio; in ogni caso, tutti non vedono l'ora che arrivi il prossimo anno, come afferma Jan Preiss dell'omonima azienda agricola, con sede a Ebstorf, in Germania. "Prima ci saranno solo alcuni volumi minori da Cipro, per le festività natalizie".

Le importazioni di patate per il commercio al dettaglio europeo solitamente iniziano a metà febbraio, in particolare con le merci provenienti dall'Egitto, e in parte anche dal Marocco, seguite alla fine di marzo da quelle israeliane e, dall'inizio di maggio dalla Spagna.

Secondo Preis: "Nel 2019, abbiamo avuto un raccolto medio di patate in Europa, quindi la domanda per le merci d'importazione sarà probabilmente inferiore nel 2020. Il caldo, la siccità e i raccolti estremamente bassi del 2018 hanno creato, nel primo semestre del 2019, una situazione eccezionale sul mercato europeo delle patate".

Il settore delle importazioni è cautamente ottimista perché quest'anno si sono nuovamente verificati isolati eventi meteo avversi: "Al momento non possiamo valutare la qualità dello stoccaggio del raccolto domestico, ma non sarà certamente buona, come invece durante un anno vegetativo equilibrato".

Per il resto, non ci sono stime, e Preiss lo sa: "Nel commercio al dettaglio, molte di queste decisioni vengono prese spontaneamente, e quindi non possiamo lavorare con accordi fissi rispetto ai volumi. Possiamo orientarci rispetto alle esigenze quotidiane. Ci stiamo preparando quindi in modo da disporre dei prerequisiti per un'ampia gamma di fornitura, e per riuscire a soddisfare tutte le richieste".

Questa incertezza sul mercato si ripete ogni anno, a eccezione dell'anno d'importazione 2019: "Fu chiaro che in Europa ci sarebbero stati troppo pochi prodotti e che sarebbe stato necessario importare. Ma abbiamo sempre una certa aspettativa per quanto riguarda i nostri clienti abituali, e quindi anche dei volumi approssimativi che movimenteremo".

Esportazione di cipolle in Asia
Al momento, il mercato delle cipolle è particolarmente importante per la Preis: "Attualmente esiste una forte domanda di cipolle europee provenienti da India, Bangladesh e Sri Lanka. Questi Paesi hanno tradizionalmente soddisfatto il loro fabbisogno di cipolle con prodotti indiani, ma attualmente sono in vigore delle restrizioni sull'esportazione, al fine di calmierare i prezzi domestici. Di conseguenza, vi è una forte domanda di merci provenienti dall'Egitto e dai Paesi Bassi. Questa è una situazione di mercato entusiasmante, che non si vede tutti i giorni".

Poiché le alternative sono scarse e richiedono una domanda relativamente elevata, i prezzi salgono, e anche in fretta, secondo il rivenditore. "I costi logistici totali delle consegne in India, Bangladesh o Sri Lanka sono ovviamente particolarmente elevati, quindi ci si chiede per quanto tempo questi Paesi saranno in grado di pagare quotazioni simili per le merci. Anche la disponibilità di container non è affatto garantita. Ovviamente, fino ad allora la situazione andrà a vantaggio degli esportatori europei".

Per maggiori informazioni:
Jan Preiss
Preiss Agrar, Handel & Beratung e.K.
Brüggerfeld 36
D-29574 Ebstorf - Germany
Tel: +49 5822 947483
Email: info@preissagrar.eu    
Web: www.preissagrar.eu  


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto