Dati Ismea dal 18 al 24 novembre 2018

Prezzi medi all'origine di finocchi e carciofi in fisiologico calo

Nella terza rilevazione di novembre 2019, i prezzi medi all'origine di finocchi e carciofi, sono risultati in fisiologico calo per un graduale incremento dei volumi raccolti e immessi nel circuito commerciale. Andamento opposto per insalate, cavolfiori, spinaci e per le produzioni in serra di melanzane, zucchine e pomodori limitatamente al tondo liscio in ragione di una riduzione dell'offerta provocata dal perdurare di un andamento climatico avverso. Si confermano stabili le quotazioni per patate e carote.

Ortaggi a foglia: per il comparto delle insalate, generale aumento delle quotazioni medie. Il perdurare delle piogge ha continuato a rallentare la raccolta di lattuga e indivia, con una conseguente riduzione dei volumi immessi sul mercato. Relativamente al radicchio si registra l'esordio sul circuito commerciale delle prime partite di Rosso sulla piazza di Verona. Le limitate quote commercializzate sono state oggetto di un discreto interesse da parte della domanda mentre il prezzo d'esordio si è collocato su valori leggermente inferiori rispetto alla passata stagione. Inoltre sempre sulla piazza di Verona un incremento del listino ha interessato la tipologia Chioggia autunnale, il cui collocamento è risultato agevolato dalla minore presenza sui mercati di merce proveniente dagli areali del Sud della penisola. Anche per gli spinaci, i minori quantitativi raccolti a causa delle piogge hanno trovato agevole collocamento sulla base di quotazioni in incremento.

Carote: stabilità nel mercato. I prezzi sono infatti rimasti fermi sui valori registrati nella precedente rilevazione sia in Abruzzo sia nel ferrarese.

Cavolfiori: ulteriore incremento del listino. Tale andamento determinato da una riduzione dell'offerta dovuta sia alle frequenti piogge, che non hanno permesso il regolare svolgimento delle operazioni di raccolta, sia a problematiche di ordine qualitativo che hanno interessato il prodotto, sottoposto pertanto a cernita in campo. I minori quantitativi, avviati sul circuito distributivo, sono stati oggetto di una buona attività della domanda cui ha contribuito il calo termico che ha stimolato il consumo. Solo nell'agrigentino un profilo qualitativo non sempre adeguato unitamente ad una modesta attività della domanda ha depresso il listino.

Finocchi: ulteriore assestamento a ribasso delle quotazioni. Sono proseguite regolarmente le operazioni di raccolta in tutti i principali areali produttivi con conseguente aumento delle disponibilità. All'incremento dell'offerta non sempre è corrisposta una adeguata richiesta, con quotazioni che su alcune piazze monitorate hanno mostrato una fisiologica flessione.

Carciofi: in calo il trend nazionale per i carciofi. Una generale flessione delle quotazioni è stata osservata per la tipologia catanese, del tutto fisiologica per le aumentate disponibilità sul mercato. Solo sulla piazza di Catania, le quotazioni non hanno mostrato variazioni a fronte di un'offerta in equilibrio con la domanda. Non si registrano variazioni per la produzione sarda, regolarmente collocata sulla base di quotazioni stabili.

Fagiolini: ultimi scambi per i fagiolini autunnali sulle piazze di Latina e Napoli; nella 47ma settimana del 2019, i prezzi in campagna non hanno evidenziato alcuna oscillazione.

Patate comuni: nessuna variazione di prezzo e contrattazioni sui livelli della settimana precedente per le patate nelle principali piazze nazionali. 

Ortive a frutto in serra: sulla piazza di Vittoria la minore offerta immessa sui mercati quale conseguenza delle avverse condizioni climatiche (piogge e freddo), ha determinato l'aumento delle quotazioni per melanzane, zucchine chiare e pomodoro tondo liscio, mentre per le tipologie ciliegino e rosso a grappolo la maggiore presenza sui mercati merce di provenienza estera ha limitato il collocamento del prodotto con quotazioni in calo. Si confermano, invece, stabili i prezzi per i peperoni. Un ulteriore significativo apprezzamento è stato osservato per le  zucchine di provenienza laziale, in virtù di una diminuzione del livello produttivo dettato dalle avverse condizioni climatiche.

Fonte: ismeamercati.it


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto