Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

José Antonio García, di Ailimpo

Spagna capofila nella World Citrus Organization: riunire le forze nel settore agrumi

L'economista José Antonio García è il rappresentante dell'Associazione interprofessionale spagnola per i limoni e i pompelmi, Ailimpo. Ne è il direttore sin dalla sua fondazione, nel 1998, e presiede il comitato per gli agrumi della Freshfel, lobby europea che riunisce grandi aziende coinvolte nella produzione e commercializzazione frutticola.

"Vogliamo organizzare in Spagna un Congresso mondiale sugli agrumi, nel 2021. L'Organizzazione mondiale degli agrumi (WCO) è uno strumento che abbiamo e sarebbe sciocco non sfruttarlo", afferma Garcia.

"Alla riunione del comitato di analisi sulla crisi degli agrumi, il 7 marzo scorso, il Ministro Planas ha sottolineato chiaramente la necessità che sia la Spagna a portare avanti tutte le iniziative e le questioni relative al settore globale degli agrumi. Il Ministro ci ha dato la spinta di cui avevamo bisogno e abbiamo deciso di favorire il confronto con le nostre controparti di altri Paesi.

"E' così che abbiamo iniziato a lavorare su questa idea che abbiamo presentato al Fruit Attraction (cfr. precedente news), e gli sviluppi saranno positivi. A febbraio prossimo, in occasione del Fruit Logistica a Berlino, saranno adottati degli accordi per istituire formalmente l'associazione, a livello mondiale. Stiamo facendo, con gli agrumi, quello che altri hanno fatto con successo con altri frutti, come avocado, pere e mele o kiwi".

Secondo il direttore della Ailimpo, il Sudafrica svolgerà senza dubbio un ruolo di primo piano nella trasformazione del settore degli agrumi, insieme all'Egitto, le cui esportazioni supereranno in pochi anni quelle della Spagna. "Sono in arrivo tempi difficili per tutti gli agrumi, tra cui limone e pompelmo, che hanno avuto sei campagne eccezionali, con profitti straordinari, quindi la popolarità di queste colture è in aumento".

Per promuovere il consumo degli agrumi spagnoli, Ailimpo ha lanciato una campagna promozionale che è costata 6,5 milioni di euro, di cui il 70% finanziato dall'Europa. "Stiamo lavorando sui problemi di digitalizzazione. A gennaio lanceremo la blockchain. Il nostro lavoro deve concentrarsi sulla riduzione dei costi, ma anche sulla differenziazione di noi produttori, fornendo un servizio ai clienti. Dobbiamo anche raggiungere mercati al di fuori dell'Europa, poiché oltre il 90% delle nostre attività viene svolto in Europa e tutti vengono in Europa a vendere".

Fonte: castellonplaza.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto