Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Adrie van den Einden, di Green Specialties

Scaffali vuoti nei supermercati olandesi a causa delle pesanti piogge in Spagna

Un consumatore attento potrebbe averlo già notato. Diversi supermercati olandesi stanno sperimentando difficoltà di approvvigionamento, a causa della carenza di spinaci provocata dalle "pesanti piogge in Europa".

"Sul mercato europeo c'è realmente una carenza di spinaci - conferma Adrie van den Einden, di Green Specialities - In Spagna il clima è stato molto sfavorevole durante questa stagione di raccolta. I produttori non hanno potuto seminare e ciò ha creato una carenza".

 

La società ha sede nella città olandese di Lierop e non è stata interessata dai danni delle piogge, ma la sua stagione degli spinaci è quasi terminata. "Abbiamo avuto un anno secco che è andato piuttosto bene - ricorda Adrie - Fortunatamente, questa stagione non è stata arida come quella del 2018. Abbiamo avuto alcuni problemi in primavera. A causa del freddo, gli spinaci hanno cominciato a svilupparsi lentamente. Nelle prossime settimane raccoglieremo gli ultimi prodotti, e se il clima autunnale si conserverà buono, tutto andrà bene. In ogni caso, notiamo una buona qualità e una buona domanda".

Green Specialities vende spinaci confezionati e pronti al consumo ai clienti nei Paesi Bassi. Gli spinaci imballati vengono venduti anche a clienti in Europa.

Nubifragi
Sebbene il mese scorso sia caduta molta pioggia nei Paesi Bassi, ciò non ha causato troppi problemi per la Green Specialities. "Ci sono state molte precipitazioni soprattutto nella zona occidentale del paese e ciò ha creato delle difficoltà in diversi lotti. Abbiamo trovato delle macchie, ma fortunatamente abbiamo avuto pochissimi problemi di questo genere. In termini di numeri, abbiamo coltivato un po' più spinaci, quest'anno, e la resa è stata buona, senza aver dovuto affrontare troppi ostacoli".

 

Muffa
Adrie ha sentito dai rappresentati delle società sementiere che in diversi luoghi di coltivazione in Europa si è trovata della muffa. "Una cosa del genere causa sempre dei problemi. I coltivatori devono lavorare con nuove varietà, che devono quindi essere tecnicamente in buone condizioni. E' una bella sfida".

Secondo lui, nei prossimi anni si verificheranno anche alcuni cambiamenti. "Sono consentiti sempre meno principi attivi per i trattamenti e ciò non facilita di certo la coltivazione. La ragione di questo è che non ci sono alternative a disposizione, quindi c'è il rischio di perdere le piantine".

I problemi nella coltivazione degli spinaci si stanno lentamente accumulando e, secondo Adrie, ciò sta succedendo principalmente in Spagna. "Lì ci sono già diversi problemi, come quelli dati dai prodotti di protezione della pianta che non si possono utilizzare, mentre al contempo non ci sono alternative disponibili. Le erbacce devono essere controllate in maniere diverse e farlo è più difficile e costoso. Il prezzo d'acquisto per gli spinaci della Spagna, al momento, è più alto rispetto a quello degli ultimi anni. Inoltre ci sono nuovi regolamenti e sempre più risorse potrebbero non essere più utilizzate; ci resta solo di aspettare per vedere se ci saranno a disposizione delle alternative adeguate".

 

Transizione
Inoltre, l'imprenditore dovrà stare a vedere cosa succederà sul mercato nelle prossime settimane. "La transizione al prodotto spagnolo, quest'anno, non si può definire perfetta. Tuttavia, se lì le temperature saranno migliori, potrebbe anche darsi che la transizione riprenderà nuovamente nelle prossime settimane. Tutto dipende dal clima. Per minimizzare i rischi, acquistiamo gli spinaci anche da fornitori italiani".

Per maggiori informazioni: 

Green Specialties 
Adrie van den Einden
Achterbroek 26
5715 BM Lierop - NL
T: +31 (0)492 331999
Email: info@greenspecialties.nl 
Web: www.greenspecialties.nl 


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto