Rimini, 7 novembre 2019 alle 9,30

Il futuro degli imballaggi sostenibili, convegno a Ecomondo

"Il futuro della progettazione di imballaggi sostenibili. Verso un osservatorio permanente dell'innovazione del packaging", è il titolo del convegno in programma giovedì 7 novembre dalle 9.30 alle 13 a Ecomondo, presso la Fiera di Rimini, Sala Ravezzi 2 (Hall Sud).

Fra i relatori del 7 novembre, ci sarà anche il direttore del Consorzio Bestack, Claudio Dall'Agata. "Bestack, per la sua attività di ricerca e innovazione nel settore delle confezioni, è stato selezionato fra le realtà che potranno dare vita al Simposio sul green packaging – spiega il direttore - La sostenibilità non è solo quella di processo, ma è anche quella che va a beneficio del consumatore finale. E' l'esito di un percorso virtuoso che consegna al consumatore un prodotto più buono, più smart e più sostenibile".

E' il caso dell'ortofrutta movimentata negli imballaggi "Attivo" di Bestack, che si mantiene integra più a lungo grazie a queste confezioni in cartone ondulato eco-friendly, che sono in grado di aumentare - grazie a un processo naturale frutto di un brevetto messo a punto da Bestack insieme all'Università di Bologna - la vita di scaffale dei prodotti ortofrutticoli, riducendo in modo significativo gli sprechi.

La sostenibilità del packaging ortofrutticolo di Bestack si riscontra anche nell'origine della materia prima utilizzata dalle aziende consorziate. La carta vergine utilizzata per produrre imballaggi proviene infatti da foreste gestite in modo responsabile, con piani di reimpianto superiori a quelli di taglio (per ogni albero tagliato ne vengono piantati tre). A garantirlo sono le certificazioni forestali di cui si sono dotati negli anni i soci produttori di Bestack.

"Dal 2011 abbiamo avviato un percorso virtuoso fra le aziende consorziate, al fine di indirizzare il nostro settore all'impiego esclusivo di materie prime rinnovabili e sostenibili. - aggiunge il direttore di Bestack - Questo percorso, avviato nel 2011 in collaborazione con il WWF Italia, è proseguito negli anni in autonomia e ha fatto sì che oggi il 94% della carta vergine utilizzata dai nostri soci per produrre imballaggi sia certificata e controllata. Un quantitativo che, rispetto al 2011, quando è stato avviato il progetto in collaborazione con il WWF, è cresciuto di 18 punti percentuali". L'89% di questa carta utilizzata dai soci Bestack è a marchio FSC. 

Prendendo come esempio la fragola, se consideriamo che il consumo annuale di questo frutto nel nostro Paese è pari circa 300 milioni di euro, il beneficio economico che deriverebbe dalla riduzione degli sprechi grazie all'imballaggio Attivo di Bestack ammonterebbe a 30 milioni di euro.

"Da semplice confezione di trasporto, ecco allora che l'imballaggio diventa un elemento in grado di arricchire il prodotto - conclude Claudio Dall'Agata - con fattori quali la sostenibilità, la distintività, il risparmio economico".

Il convegno sarà anche l'occasione per lanciare un altro importante evento: un Simposio Internazionale (The Future of Packaging design. Towards a Smart and Sustainable Era. 6 dicembre 2019, Fondazione Golinelli, Bologna) in cui dare conto delle innovazioni in atto nel mondo delle confezioni e portare alla comunità scientifica e tecnologico-produttiva di settore alcuni casi studio eccellenti. Verrà inoltre creato in Unibo un Osservatorio del Packaging Innovativo e Sostenibile, fondamentale per accelerare i processi di innovazione e la diffusione della conoscenza, e per consolidare la rete.

Contatti
Consorzio Bestack
Via Miller 32, 47121 Forlì 
Tel.:(+39) 0543/32441
Fax: (+39) 0543/32648
Email: claudio.dallagata@bestack.com
Web: www.bestack.com


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto