Avvisi





Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

L'Europa dimostra il suo supporto per le banane UE

Diversi rappresentanti politici hanno partecipato a una conferenza che si è tenuta recentemente al Parlamento Europeo, con riguardo all'attuale situazione delle banane europee e alla preoccupante perdita di valore assoluto, oltre che alla saturazione del mercato. I delegati hanno espresso all'unanimità le loro preoccupazioni circa gli effetti generati dagli accordi preferenziali per le importazioni di banane da paesi terzi. Inoltre, si sono anche allineati con la proposta di implementare gli stessi standard fitosanitari e ambientali richiesti per tutte le produzioni UE ed extra-UE.

Il Direttorato Generale UE del Commercio ha confermato l'impegno della Commissione a ridurre la tariffa di 75 euro alla tonnellata che viene attualmente applicata alle importazioni di banane da paesi terzi attraverso accordi commerciali senza l'opzione di rinegoziazione per una tariffa più bassa.

Gli europarlamentari hanno spostato il loro accordo basandosi sull'urgenza di applicare un regolamento di mercato equo, che andasse a sostituire l'attuale meccanismo di stabilizzazione, dimostratosi totalmente inefficace, oltre che sulla necessità di stabilire l'obbligo per tutte le importazioni agricole di provenire dalle fonti che soddisfano le stesse regole imposte ai produttori europei, soprattutto in relazione dell'uso di prodotti fitosanitari, con l'obiettivo di evitare l'attuale competizione ingiusta che il settore si trova ad affrontare.

Inoltre, si è parlato anche dell'importanza di rispettare il diritto dei consumatori europei di avere informazioni trasparenti sulle differenze tra i modelli di produzione di Unione Europea e paesi terzi, e un'etichetta che li informi sull'origine dei prodotti importati.

Questa azione ha confermato anche l'impegno che Commissione, Consiglio e Parlamento europei hanno con la comunità di produttori allo scopo di determinare le misure necessarie per la sopravvivenza del settore nel caso l'import di banane finisca con il causare un grave deterioramento della situazione del mercato o dei produttori di banane dell'Unione.

Il presidente di ASPROCAN, Domingo Martin Ortega, ha espresso la sua soddisfazione circa gli impegni assunti dai rappresentanti europei.

L'Europa produce e vende circa 700mila ton di banane secondo le normative europee, che sono tra le più rigorose al mondo. La produzione di platani e banane dalle regioni ultraperiferiche (RUP) va persino oltre, adeguandosi a requisiti ambientali auto-imposti molto rigorosi. In poco meno di 15 anni, le loro pratiche di produzione hanno portato a una riduzione del 75% nell'uso di pesticidi. Il loro obiettivo è di ridurli di un ulteriore 50% entro il 2025.

Oltre a questi impegni ambientali, la produzione europea crea anche circa 40mila posti di lavoro (diretti e indiretti) e oltre 500 milioni di euro di prodotto interno lordo netto.

Il mercato europeo, che importa 6,5 milioni di ton di banane ogni anno, è l'importatore di banane più grande al mondo. Il 75% di queste banane viene importato da paesi dell'America Latina.

Fonte: europapress.es 


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto