Avvisi



Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Francia: rese delle cipolle nel 2019 complessivamente superiori al 2018

La raccolta delle cipolle prosegue, in Francia. Alcuni importanti lotti devono ancora essere raccolti, ma Jean-Luc Parou, direttore generale della La Ferme des Arches, analizza l'attuale situazione del mercato: "Ora possiamo dire che avremo un anno migliore rispetto al 2018, in termini di rese, nonostante le condizioni meteo simili. Quindi, non un anno eccezionale ma rese comunque accettabili, con una significativa eterogeneità a seconda delle varietà".

"La raccolta si è svolta da giugno a settembre di quest'anno, in condizioni relativamente asciutte, come nel 2018. Siamo stati in grado di compensare la mancanza di precipitazioni grazie al nostro sistema di irrigazione, utilizzato con razionalità, e quindi limitando il suo impatto sulla resa.

"D'altra parte, le temperature alte combinate con più cicli di irrigazione, possono creare problemi sanitari per i bulbi delle cipolle (batteriosi e fusariosi), e ridurre il volume netto commerciabile. Inoltre, le alte temperature hanno favorito l'invasione del tripide in alcune regioni, che inaridisce le foglie delle piante e ostacola la crescita dei bulbi, e di conseguenza i volumi raccolti. La qualità della tunica, nel frattempo, sembra molto soddisfacente, in termini di condizioni ottimali di raccolta". 

Considerato che il mercato delle cipolle è un mercato europeo, persino globale, i prezzi del prodotto francese dipendono dalle quotazioni di altri Paesi produttori. "Sta terminando un anno molto positivo, in termini di quotazioni. Ma in Europa, sono fornitori come Olanda, Spagna e Polonia a stabilire il prezzo dell'anno. In questa stagione, i Paesi Bassi sono il primo Paese produttore in Europa, esportando il 90% della loro produzione e avendo ottenuto una resa migliore rispetto al 2018, anche se leggermente inferiore alla media degli ultimi 10 anni.

"Con le informazioni che abbiamo, anche se la raccolta non è ancora terminata, dovremmo andare verso un mercato che è, nella migliore delle ipotesi, equilibrato, se non più probabilmente in eccedenza, con un'offerta superiore alla domanda, e con prezzi che potrebbero diminuire in modo significativo, rispetto all'ultimo anno. Inoltre, sempre negli ultimi anni, i prezzi sono fortemente diminuiti e continuano a scendere a causa di un'offerta sempre più abbondante. La raccolta non è ancora terminata, ma abbiamo già alcuni giustificati timori sulle prospettive di mercato per il periodo 2019/20", conclude Jean-Luc.

Per maggiori informazioni:  
Jean-Luc Parou
Ferme des Arches
Gommiers - 28140 Terminiers
Phone: 02 37 32 10 10
jparou@fermedesarches.com  
www.fermedesarches.com    


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto