Per via dell'aumento della superficie coltivata

NEPG: un raccolto di patate dell'Europa nord-occidentale al di sopra della media

L'Associazione dei produttori di patate dell'Europa nord-occidentale (NEPG) stima che nei cinque principali paesi produttori il raccolto di patate ammonterà a 27-27,3 milioni di tonnellate. Si tratta del 3% in più rispetto alla media quinquennale e il 12% in più rispetto all'anno scorso. A questo punto le stime si basano principalmente sulle prove di raccolta. NEPG sottolinea pertanto che si tratta di una stima provvisoria. La stragrande maggioranza del raccolto è ancora nei campi. Una nuova stima di raccolto è prevista per ottobre.

Una maggiore superficie per la coltivazione delle patate
Il raccolto in crescita di quest'anno non dipende dalla resa ma dall'aumento della superficie coltivata rispetto all'anno scorso. Tutti i Paesi NEPG, fatta eccezione per la Gran Bretagna, hanno piantato più patate. In Francia l'aumento della superficie coltivata è stato del 14% rispetto alla media quinquennale.

Nelle cinque nazioni, la resa media è stimata a 44,7 ton per ettaro, mentre la media quinquennale è di 47,1 ton/ha. L'anno scorso, la resa media è stata di 40,9 ton per ettaro a causa della siccità.

Grandi differenze
All'interno dei cinque Paesi vengono riportate differenze enormi in termini di varietà e zone. Le rese più basse si registrano nelle aree che presentano meno possibilità di irrigazione. Quest’anno è più bassa anche la resa dei tuberi destinati a fecola.

Le stime più basse provengono dal Belgio, dove la possibilità di irrigazione è limitata. In Francia, Belgio e in gran parte della Germania le colture sono state colpite quasi tutte, lasciando un potenziale di crescita quasi nullo per le prossime settimane. Gli ultimi campioni di raccolta mostrano una stabilizzazione delle rese. In alcune parti della Gran Bretagna, nei Paesi Bassi e in alcune zone della Germania si osservano colture ancora verdi, ma anche in questo caso le differenze sono notevoli. In Gran Bretagna, il raccolto è in ritardo e si stimano rese in linea con la media quinquennale.

Sviluppo del mercato
Queste stime non si riflettono nell'attuale livello dei prezzi e NEPG prevede che nelle prossime settimane le quotazioni aumenteranno. La necessità di materia prima da parte dei trasformatori è più ampia rispetto alla stagione scorsa. Questa campagna è iniziata anche con scarso prodotto stoccato e prima del normale. Inoltre, la capacità delle aziende di trasformazione continua ad aumentare. La stagione è stata un po’ ostacolata dal contemporaneo arrivo delle patata precoci da Bordeaux, Renania e Belgio, cosa che non ha aiutato i prezzi. La competitività dei prodotti trasformati Ue sul mercato mondiale sarà migliore, con prezzi delle patate più bassi di quelli dell'anno scorso.

I paesi dell’Europa orientale registrano raccolti molto più bassi. Il programma satellitare europeo MARS indica un raccolto più basso del 5-10% rispetto alla media quinquennale in Polonia e in molti Paesi dell'Europa orientale. Attualmente è già in corso un export vivace verso Polonia e Romania. Per la Ue-28, MARS indica rese più basse del 3,1% rispetto alla media quinquennale.

Nella seconda metà di ottobre, NEPG fornirà una nuova stima per i cinque Paesi produttori.

Fonte: NEPG


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto