Avvisi



Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

La Finlandia potrebbe trovarsi a corto di coltivatori in futuro

La produzione nazionale finlandese di frutta e verdura consiste principalmente di mele e pomodori coltivati in serra. Il Paese deve importare molti dei prodotti ortofrutticoli per soddisfare la domanda interna.

Per la società di importazione e di commercio all'ingrosso Satotukku, Spagna e l'Italia sono i fornitori più importanti, sebbene anche la Polonia stia diventando sempre più determinante. L'amministratore delegato Tomi Hakkarainen spiega: "Importiamo sempre più mele dalla Polonia, che ha iniziato a fornirci anche le mele biologiche. Importiamo dallo stesso Paese anche lattughe, pomodori e talvolta persino peperoncini, è un fornitore in crescita e sta diventando sempre più importante, qui in Finlandia".


Närpiön Vihannes / Närpes Grönsaker

Per quanto riguarda le tendenze nei mercati finlandesi, Tomi osserva una crescente diffusione di frutta e verdura: "In particolare, i piccoli frutti stanno guadagnando popolarità, così come gli avocado. Ma, in generale, abbiamo visto un aumento della popolarità di frutta e verdura. Ciò è in parte dovuto alle tendenze salutistiche, ma anche alla maggiore attenzione che si pone sull'ambiente. L'industria della carne è dannosa per l'ambiente; il consumo di frutta e verdura, d'altra parte, è associato a un maggiore rispetto dell'ambiente. Nel complesso, la diffusione di frutta e verdura è risultata positiva".

Produzione locale finlandese
La produzione locale ha avuto problemi a soddisfare la domanda interna, perché non ci sono abbastanza coltivatori. Tomi spiega: "La coltivazione in campo aperto è un'attività rischiosa. E' un duro lavoro e le estati qui in Finlandia sono piuttosto brevi. Quest'anno ci sono stati alcuni problemi con gli insetti, con danno alle colture, e il meteo è stato anomalo. Ciò ha influito sulla produzione nazionale di cetrioli, cavolfiori e broccoli".

Sulla destra: Tomi Hakkarainen, amministratore delegato della Satotukku

"Al giorno d'oggi, ci sono meno persone disposte a correre il rischio, quindi stiamo assistendo a un calo del numero di coltivatori, e in futuro probabilmente ne registreremo un reale carenza".

Allo stesso modo, Tomi parla della produzione nelle serre locali: “Anche il numero di coltivatori di serra sta diminuendo, sebbene i volumi produttivi stiano aumentando. I miglioramenti della tecnologia consentono di avere un numero inferiore di coltivatori che lavorano nelle serre, ma che producono volumi maggiori di frutta e verdura. Ci sono alcuni coltivatori che investono in serre più grandi e migliori, e sono in grado di risparmiare sull'energia e ottenere una produzione per tutto l'anno”.


Närpiön Vihannes / Närpes Grönsaker 

In linea con i consumatori di altri Paesi europei, i finlandesi stanno mostrando di preferire i prodotti coltivati localmente, rispetto a quelli d'importazione. Tomi afferma: "I prodotti coltivati localmente sono spesso più costosi di quelli importati, perché le serre qui in Finlandia sono molto sofisticate. A causa del clima, le serre devono disporre di una tecnologia avanzata per garantire il raggiungimento e il mantenimento delle giuste temperature durante i rigidi inverni. Ma i consumatori sono disposti a pagare prezzi più alti, quindi la domanda di prodotti domestici continua a crescere. Ciò non costituisce una minaccia per le aziende importatrici, poiché la produzione locale dovrà sempre essere integrata con prodotti esteri", conclude Tomi.

Per maggiori informazioni: 
Tomi Hakkarainen
Satotukku
Tel: +358 409009101
Email: satotukku@satotukku.fi
www.satotukku.fi


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto