Avvisi





Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Intervista al Gruppo Besana

Aggiornamenti sulla situazione produttiva e commerciale della frutta secca italiana

"Noci, nocciole, mandorle e pistacchi made in Italy stanno vivendo un revival in mercati anche non tradizionali, grazie all'eccezionale qualità delle cultivar italiane, alla sostenibilità ed eticità del prodotto. Negli ultimi tempi, la frutta secca italiana sta godendo di un ampio respiro sui mercati nazionali e esteri, sempre più in crescita. Inoltre, sono in forte aumento anche le superfici destinate alla loro coltivazione. Besana International, dal suo canto, sostiene i produttori, fornendo loro supporto tecnico agronomico e incentivando l'intera filiera alla realizzazione di frutta secca di qualità". Lo riferisce a FreshPlaza, Riccardo Calcagni, amministratore delegato di Besana Group.

Fonte foto: attività Besana nel mondo

"Per la campagna nocciole 2019/20, le prime rosee previsioni sono state spazzate via dalle produzioni ottenute: più basse a causa di condizioni climatiche non ottimali. In Campania, la produzione si è ridotta del 50% rispetto a una normale produzione, nel viterbese, invece, si registrano riduzioni del 30%, e anche in Piemonte non si sono registrati i volumi sperati".

"L'eccessiva piovosità dei mesi scorsi ha comportato la cascola precoce degli amenti (le infiorescenze maschili del nocciolo), incidendo negativamente sull'impollinazione; ciò si traduce se non altro in una riduzione di produzione. Eravamo speranzosi nella seconda fioritura, quest'anno abbondante, e che di solito incide con un incremento di produzione del 10%, ma sono stati molti gli aborti fiorali e seminali, cui si sono aggiunti gli attacchi di cimice. La raccolta ha segnato un ritardo di due settimane".

Le prospettive future della corilicoltura italiana rimangono positive: Calcagni sottolinea come la coltivazione sia in forte espansione nell'alto Casertano, in quanto valida alternativa a produzioni frutticole ormai sempre più martoriate da emergenze di natura fitosanitaria; in forte aumento anche le coltivazioni in Piemonte e nel viterbese.

Sul fronte nazionale, si stima che, per i prossimi anni, si passerà da una produzione potenziale di 130mila tonnellate a una di 170mila, con un incremento di circa il 25%.

Anche in Umbria, dopo l'accordo firmato tra Fondazione per l'istruzione agraria, Uni Perugia, organizzazioni agricole e Nestlè, e che vede la partecipazione anche di Besana, sono destinate a crescere le produzioni della nocciola tonda Francescana, che interesseranno fino a 2.000 ettari.

"Ritorna in grande stile la mandorlicoltura pugliese; si contano anche piccole iniziative con mandorleti intensivi ipe-specializzati in Campania dove, grazie al suo clima ideale, tale referenza potrebbe divenire una valida sostituta per pesche, nettarine e albicocche".

Fonte foto: attività Besana nel mondo

"Viste le favorevoli condizioni climatiche avute fin ora, attendiamo un ottimo raccolto di qualità per le noci italiane, nella fattispecie per la cv Sorrento, buona arma per il made in Italy anche grazie a una stagione eccellente, in grado di supplire alla domanda interna ed estera".

Fonte foto: attività Besana nel mondo

"Parteciperemo dal 5 al 9 ottobre alla fiera di Anuga a Colonia e dall'11 al 13 novembre alla fiera internazionale FHC di Shanghai. Per conoscere altre novità sui nostri eventi e sui nostri prodotti, stay tuned!".

Contatti:
Besana S.p.A.
Via Ferrovia 210
80040 San Gennaro Vesuviano (NA) - Italia
Tell: (+39) 0818 659 111
Email: info@besanagroup.com
Web: www.besanaworld.com 


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto