Avvisi





Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Unita' di sterilizzazione a vapore per combattere il virus ToBRFV

Il virus ToBRFV (Tomato Brown Rugose Fruit Virus) è stato segnalato per la prima volta in Israele nel 2014, ma da allora si è diffuso in Europa, Asia orientale e Stati Uniti.

La malattia virale può rapidamente rendere non commerciabili intere colture di pomodori, poiché i frutti infetti sviluppano una mosaicatura clorotica e macchie di colore bruno con superficie rugosa.

Una volta rilevati i sintomi, il coltivatore non ha altra scelta che distruggere il raccolto, nel tentativo di contenere l'epidemia.

Ma la CambridgeHOK sta dando delle speranze dei coltivatori di pomodori del Regno Unito, con una soluzione innovativa che ha sviluppato insieme a uno dei maggiori produttori del settore.

La società, con sede nell'East Yorkshire, ha progettato e costruito un'unità di sterilizzazione a vapore per il gruppo APS, che aiuta a ridurre al minimo il rischio del virus ToBRFV e proteggere le colture future.


Il container di sterilizzazione della CambridgeHOK, che sta contribuendo a contenere la diffusione del virus ToBRFV.

Ross Hibbs, direttore commerciale della Cambridge HOK, ha svolto un ruolo importante nel progetto: "Il virus ToBRFV è un grande problema per i coltivatori di pomodori. Può devastare le colture molto rapidamente e rimanere nei residui di foglie, nelle sementi e nel terreno per mesi, il che significa che è incredibilmente difficile debellarlo".

"Passa facilmente tra le serre e tra i siti, quindi non sorprende che i produttori vogliano sviluppare nuove soluzioni in grado di controllare efficacemente il virus".

"Lavorando intensamente con le serre e l'agricoltura verticale, abbiamo molta esperienza con i produttori di frutta e verdura e, proprio per questo, siamo stati contattati per aiutare i produttori nello sviluppo di una soluzione".

"Lavorando a stretto contatto con l'azienda per conoscere il virus e i suoi effetti, abbiamo creato un'unità di sterilizzazione che li aiuta a controllare il ToBRFV e proteggere i loro raccolti".

Hibbs ha detto che una delle maggiori sfide che hanno dovuto affrontare è stata che il virus ToBRFV è in grado di sopravvivere al di fuori della pianta ospite, il che significa che si diffonde rapidamente attraverso il contatto con vassoi, bins, e altre attrezzature.

Un altro problema per l'azienda è stato che il virus ha una copertura esterna dura, che lo rende impermeabile ai trattamenti chimici standard.

"Questa combinazione significa che il virus ToBRFV è molto virulento e molto difficile da debellare", ha affermato Hibbs.

La CambridgeHOK ha realizzato l'unità di vaporizzazione da un container per le spedizioni, per il completamento dell’intero processo, dall'ordine all'installazione, in meno di tre settimane.

Ora, tutti gli imballaggi, i vassoi delle piantine, i bins e le altre attrezzature utilizzate nelle serre del gruppo APS vengono sterilizzati a 95° C per cinque minuti, prima di ogni utilizzo, per garantire che il virus non si diffonda.

Phil Pearson, direttore per lo sviluppo del gruppo APS, ha dichiarato che il trattamento ad alte temperature è il modo migliore per garantire l'eliminazione del rischio di infezione da virus.


Phil Pearson, direttore per lo sviluppo del gruppo APS, di fronte al container per la vaporizzazione progettato e costruito dalla CambridgeHOK.

Pearson ha dichiarato: "APS Produce ha investito in numerosi sistemi di sterilizzazione a vapore, nei vivai del Regno Unito, per garantire che qualsiasi imballaggio che entri nelle loro serre di pomodoro sia esente da virus".

"Ciascuna delle unità di trattamento a vapore, fornita dalla CambridgeHOK, ci consente di sterilizzare 26 pallet di vassoi a rendere per sessione, in meno di un'ora, incluso il carico e lo scarico".

"La sterilizzazione a vapore dei vassoi e di tutti gli altri prodotti utilizzati nella serra è quindi un modo sicuro per prevenire qualsiasi possibile trasferimento del virus ToBRFV tra i magazzini, e quindi anche al raccolto".

"Il sistema può aumentare la temperatura di ogni vassoio al di sopra di 95° C e garantire che l'intero lotto rimanga sterile".

Sono in corso delle ricerche su sistemi di sterilizzazione efficaci, sostanze chimiche e processi per mitigare il rischio da virus ToBRFV, avviate dalla British Tomato Growers Association.

"Tuttavia, fino alla pubblicazione dei risultati di questo lavoro, l'utilizzo del trattamento ad alta temperatura, attraverso l'uso del vapore, è il modo migliore per garantire l'eliminazione del rischio di infezione nei vassoi a rendere per la raccolta".

Per maggiori informazioni:
CambridgeHOK
Wallingfen Park
236 Main Road
Newport, Brough
East Yorkshire
HU15 2RH
Tel: +44(0)1430 449440
info@cambridgeglasshouse.co.uk
www.cambridgehok.co.uk


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto