Avvisi





Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Romain Cools, Belgapom

Il comparto pataticolo deve evitare prezzi che ne compromettano la posizione competitiva

"Sebbene non tutta la produzione pataticola sia già stata raccolta, in Europa, ci sono già molti rapporti sui media riguardo alla nuova stagione. Alcune volte si legge di situazioni disastrose, mentre altre volte si riferisce di rese buone". E' quanto afferma Romain Cools di Belgapom, aggiungendo: "Per quanto riguarda la situazione in Belgio, l'inizio della stagione ha avuto un discreto successo. Non possiamo parlare di una campagna eccellente, ma non è stata neanche una sfavorevole. Al momento, la domanda di patate sfuse è limitata, e questo ha causato un rapido abbassamento dei prezzi. La scorsa settimana il prezzo è stato di 100 euro a tonnellata, che è decisamente inferiore rispetto a quello dello scorso anno. Da questa settimana, ci sono anche varietà sfuse stoccate in magazzino come Bintje, Fontane e Challenger, che fanno pressione sulle patate novelle".

Ampliamento delle superfici
Poiché il mercato delle patate è speculativo e tutti diffondono notizie diverse fra loro, Romain conferma che la situazione quest'anno appare decisamente migliore rispetto alla scorsa annata.

"Ma quando si confronta quest'anno con gli anni in cui abbiamo registrato fatturati record, il bicchiere lo si vede mezzo vuoto. Il caldo e la siccità significano che avremo un raccolto nella media, nella migliore delle ipotesi, con molte variazioni tra i diversi lotti. Quello che non bisogna dimenticare è che la superficie di coltivazione delle patate in Belgio e nei Paesi limitrofi è aumentata dallo scorso anno. Anche questo ha un impatto sul quadro generale. Quando ipotizziamo una resa media per il comparto e la colleghiamo all'estensione dell’area di coltivazione, questo ci dà una certa stabilità. La maggior parte degli operatori suppone che avremo una stagione equilibrata con prezzi altrettanto equilibrati".

Caldo eccessivo
"Nonostante la situazione sia molto più favorevole rispetto allo scorso anno, dobbiamo attendere fino a quando le patate non verranno scavate. Se le condizioni di raccolta non saranno ottimali, potremmo avere ulteriori sorprese. La questione riguarda anche le rese nella maggior parte dei lotti: la siccità e il caldo previsti porteranno a un arresto della crescita in molti campi. Un'altra sorpresa sarà l'effetto a lungo termine delle temperature elevate di luglio sulle patate. Nel caso della Bintje, sappiamo che non tollera il caldo, ma l'areale di coltivazione di questa varietà è diminuito notevolmente, quest'anno. Nonostante ciò, nessuno conosce gli effetti del caldo estremo sul prodotto già stoccato. Oltre a questo, sento parlare di germogliamento qua e là, e questo sicuramente potrebbe avere degli effetti".

 

"Penso in ogni caso che si possa essere ottimisti rispetto al mercato di quest’anno. Se riusciremo ad avere una stagione equilibrata, con prezzi altrettanto equilibrati sul libero mercato, sarebbe fantastico. Il comparto non ha bisogno delle quotazioni elevate dell'anno scorso. Prezzi troppi alti hanno infatti un effetto negativo sulla nostra posizione concorrenziale, ma le quotazioni estremamente basse di due anni fa non stanno favorendo l'equilibrio del mercato. Va ricordato che, nella stagione in corso, i prezzi dei contratti di fornitura per molte aziende sono decisamente aumentati, rispetto al 2018/19. Nonostante l’incertezza dovuta al caldo e alla siccità, penso che quest'anno possiamo in definitiva vedere il bicchiere mezzo pieno", conclude Romain.

Per maggiori informazioni:

Romain Cools
Belgapom  
Sint-Annaplein 3
9290 Berlare
Romain@fvphouse.be
www.belgapom.be  


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto