Avvisi



Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

L'esperienza della Les Rubis de Lansac

Meloni francesi: priorita' alla qualita' e non alla resa

In Francia i produttori di meloni si trovano a dovere affrontare alcune sfide quest'anno. Tuttavia, l'azienda familiare Les Rubis de Lansac, fondata da Serge Mannoni e i suoi tre figli Alexandre, Christophe e Maxime, si dichiara ottimista circa la situazione: "E' stato un inizio complicato fino al 5 luglio circa, soprattutto a causa delle basse temperature registrate ad aprile che non hanno aiutato la fioritura. Per quanto riguarda l'andamento dei meloni, si è verificato un calo improvviso. Non ci aspettavamo prezzi così bassi, ma è stato così e ci siamo dovuti adattare al mercato. Vista la situazione, stiamo procedendo abbastanza bene e i nostri clienti restano soddisfatti ogni giorno dalla qualità dei nostri meloni". A dichiararlo è Maxime.


Maxime Mannoni

Diamo la priorità alla qualità rispetto alla resa"
"Abbiamo scelto delle varietà in base alla qualità, che per noi ha la precedenza, e non sulla produttività. Qualunque sia l'andamento del prodotto, per noi è importante offrire ai clienti la massima qualità ogni giorno. Quest'anno la clientela è soddisfatta perché trova prodotti di buona qualità a prezzi soddisfacenti e ciò ci permette un processo di fidelizzazione".

Sempre per una questione di qualità, tutti i meloni Les Rubis de Lansac vengono piantati ogni anno su terreni nuovi. "Non abbiamo una coltivazione biologica perché non ci piace non potere curare una pianta che soffre quando succede. Tuttavia, ci ispiriamo alle pratiche biologiche, nel tentativo di rispettarla. Il fatto di coltivare su nuovi areali, per esempio, permette di trattare meno i meloni perché sono meno soggetti allo sviluppo di fitopatie. Se il consumatore non si fida più dei prodotti convenzionali è perché ci sono stati degli abusi. Noi trattiamo solo se c'è la necessità e i clienti lo sanno".

"Produciamo solo ciò di cui abbiamo bisogno"
"Non abbiamo alcun problema di sovrapproduzione semplicemente perché produciamo solo ciò di cui abbiamo bisogno. Non è che se una stagione è andata bene, per quella dopo piantiamo il doppio. Non giochiamo d'azzardo e produciamo in funzione della domanda dei clienti".

Recentemente l'azienda familiare ha acquisito una nuova linea di imballaggio. "Non si verificano mai stalli [nella linea di imballaggio]. La velocità di lavoro è effettivamente aumentata e ci permette di fornire un prodotto di qualità fino alla fine. Perché, anche se il 90% delle operazioni avviene in campo, il tocco finale lo dà l'imballaggio. Per noi è importante anche vendere la produzione del giorno, ecco perché non abbiamo quasi mai scorte".

E' possibile trovare meloni Les Rubis de Lansac da maggio a settembre, con una produzione di 15 ettari in serra che precede quella di 85 ettari in pieno campo. "Per prolungare la stagione offriamo i meloni prodotti in serra a partire da maggio. Siamo giovani e ambiziosi ed è quindi per questo che io e i miei fratelli abbiamo scelto di non lavorare con il prodotto spagnolo e di accogliere la sfida di offrire un prodotto totalmente francese. E sebbene il prodotto spagnolo sia molto più competitivo rispetto a quello francese – ha spiegato Maxime – noi riusciamo a vendere meloni che presentano una qualità extra".

Attualmente ci troviamo nel pieno del picco di produzione e l'azienda familiare si aspetta un buon raccolto.

Per maggiori informazioni: 
Maxime Mannoni
Les Rubis de Lansac
400 draille du mas des mottets 
13150 Tarascon  
Tel.: +33 6 50 20 48 74
Email: contact@lesrubisdelansac.fr
Web: www.lesrubisdelansac.fr


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto