La Spagna non ci sta

L'export di banane guatemalteche supera la quota imposta dall'Ue

Secondo un comunicato dell'Associazione delle organizzazioni dei coltivatori di banane delle Isole Canarie (Asprocan), a maggio scorso il Guatemala ha superato la sua quota d'esportazione per le banane destinate all'Unione europea, eccedendo il volume stabilito dal meccanismo di stabilizzazione. La Commissione europea ha deciso di "non applicare la sanzione corrispondente nel bel mezzo della crisi dei prezzi in cui versa la coltivazione di banane dell'Ue".

Nella sua decisione del 12 luglio la Commissione riconosce che quest'anno l'import guatemalteco è stato del 3,4% al di sotto del prezzo medio Ue, il quale era già più basso del 7,4% rispetto a quello del 2018.

Secondo Asprocan, la valutazione dell'Ue, che avrà un impatto sull'export guatemalteco tra luglio e dicembre 2019, si basa in realtà su un'analisi di mercato condotta da gennaio a marzo del 2019. In questo senso, il caso del Guatemala è paragonabile a quello del Nicaragua (cfr. FreshPlaza del 02/07/2019): "un Paese che ha già superato la sua quota d'esportazione di banane a fine marzo, senza subire conseguenze".

Per quanto riguarda l'analisi della Commissione europea sulla coltivazione Ue, Asprocan afferma: "La decisione di luglio è stata presa sulla base dell'impatto sulla coltivazione europea ad aprile, ma senza tenere conto della crisi che attanaglia il mercato europeo al momento. Grazie a questa decisione, in questo periodo il Guatemala può continuare a beneficiare di una tariffa preferenziale per l'export in Ue".

"Dalla riduzione della tariffa – ha aggiunto Asprocan – l'export dell'America Latina in Ue è aumentato di oltre il 40%, da 3,5 milioni di ton a 4,9 milioni di ton. Nel caso del Guatemala, tra il 2014 e il 2018 l'aumento dell'export è stato di oltre il 430%".

"La Commissione europea sta ignorando il rapporto dello scorso marzo del Parlamento europeo, che invita esplicitamente l'Ue a condannare la grave situazione presente in tale paese in termini di diritti umani", ha dichiarato l'Associazione delle Isole Canarie.

Asprocan ha indicato che l'intera situazione coincide, da un lato, con l'accordo tra l'Ue e il Mercosur, "che aumenterà il rischio di eccesso di approvvigionamento di banane da Paesi terzi in Europa con l'inserimento del Brasile nella tariffa preferenziale. E, dall'altra parte, con i negoziati già in corso sul processo di valutazione per la prosecuzione dell'accordo di libero scambio relativo all'export di banane in Ue da Ecuador, Colombia e Perù".

"Tutti i privilegi tariffari sono stati concessi senza alcuna garanzia che le banane esportate in Ue soddisfino le condizioni richieste in materia di ambiente, sicurezza alimentare e salute della pianta, applicate alla coltivazione europea, e quindi anche alle banane delle Isole Canarie" ha concluso Asprocan.

Fonte: eldiario.es


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto