Avvisi



Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

George Liu - Frutacloud

Annata eccezionale per le uve da tavola australiane sul mercato cinese

With the celebration of the Dragon Boat Festival, the 2019 Australian grape season comes to an end. “This year, the Australian grapes sold very well in China and the sales have reached a new peak.” Said Mr. George Liu CEO from Frutacloud, when describing this years’ season.


Con le celebrazione cinesi per il Dragon Boat Festival di fine giugno è terminata la stagione 2019 delle uve da tavola australiane. "Quest'anno, il prodotto si è venduto molto bene in Cina, e si è raggiunto un nuovo picco nella commercializzazione", ha dichiarato George Liu, amministratore delegato della compagnia d'importazione Frutacloud.

“Sono passati più di 10 anni dall'arrivo dell'uva da tavola fresca australiana in Cina. La varietà più diffusa è la Crimson senza semi, famosa in tutto il mondo per il suo colore rosso, l'alto tenore zuccherino e la consistenza croccante".

"Mildura, situata all'incrocio tra Victoria e il Nuovo Galles del Sud, nell'Australia meridionale, ha un clima semi-arido con un maggior numero di ore di luce e una forte escursione termica. La sua particolare posizione geografica e le condizioni climatiche rendono quella zona il principale centro agricolo dell'Australia, fornendo l'80% delle uve da tavola Victoria".



Secondo Liu, l'Australia esporta ogni anno circa 110.000 tonnellate di uva da tavola, di cui circa il 37% in Cina. “Come negli anni precedenti, la stagione dell'uva australiana è iniziata a gennaio ed è durata fino alla fine di giugno. Grazie alle buone condizioni meteo di quest'anno, la qualità complessiva è stata buona".

"La Ralli rossa senza semi rotonda è stata la prima ad arrivare in Cina, via aerea, mentre è stata spedita a Hong Kong, via mare, la Crimson rossa senza semi di forma ovale (con una richiesta più forte e un enorme volume)".

"In Cina, il picco degli arrivi della Crimson avviene da marzo ad aprile, quando non è ancora iniziato il periodo della Crimson domestica e la stessa varietà importata dal Cile e dal Sudafrica non è buona come quella australiana, in termini di colore e gusto. Pertanto, in questo periodo, la Crimson australiana è la prima scelta dei consumatori. Quest'anno, il prezzo per la Crimson di qualità premium (per 9 kg) si è mantenuto per lungo tempo elevato, a 320-360 yuan (41-47 euro), e anche quelle di qualità standard sono state vendute con un buon prezzo, a 260-290 yuan (34 – 38 euro)".



"La continua innovazione e il miglioramento nel confezionamento della Crimson australiana sono i punti di forza delle uve da tavola australiane di quest'anno. Mentre continuano a essere utilizzate le confezioni tradizionali da 9 kg, arrivano sempre più confezioni regalo da 4,5 kg per soddisfare la domanda dei consumatori cinesi. In passato, la Crimson australiana veniva imballata con i gambi rivolti verso il basso, durante la spedizione in Cina. Negli ultimi anni, l'imballaggio con i gambi verso l’alto è stato gradualmente accettato dal mercato".

"L'idea che hanno sempre avuto i consumatori cinesi delle uve australiane è che siano ‘esclusive e lussuose’. Oltre alla Crimson rossa senza semi della migliore qualità del mondo, quest'anno sono stati spediti in Cina maggiori volumi delle nuove varietà, come Sweet Sapphire, Cotton Candy e Autumn Crisp, che hanno ricevuto un riscontro molto positivo. Ad esempio, la Autumn Crisp ha raggiunto un record di 700 yuan (91 euro) per 9 kg, prima della festa della mamma (12 maggio)".

“Frutacloud, come azienda leader per la frutta importata in Cina, ha sempre mirato a portare ai consumatori frutti di alta qualità, da tutto il mondo. A febbraio, l’azienda ha presentato il primo arrivo della Cotton Candy australiana e ha ricevuto un feedback positivo dai canali di e-commerce e dai supermercati".

"Quest'anno, le prestazioni dell'uva australiana sono state eccezionali, ma in passato non è stato sempre così. Nel 2016 e nel 2017, il mercato cinese ha sperimentato acquisti alla cieca l'uva australiana. Gli importatori hanno ignorato la qualità e hanno venduto frutta a un prezzo gonfiato. Alla fine, il mercato ha avuto un tracollo, provocando gravi perdite".

"Nel lungo termine, le uve da tavola australiane hanno una produzione controstagionale, sono di qualità superiore e a dazio zero in Cina, a partire da quest'anno. Sempre più persone vanno in Australia per cercare opportunità di investimento e di coltivazione. Alcuni importatori mandano addirittura il proprio staff in Australia per partecipare al processo di confezionamento".

"Frutacloud è anche alla ricerca di opportunità di piantagioni in joint venture con alcuni coltivatori. L'industria viticola australiana ha ancora un grande potenziale. Con molti più cinesi nel settore, speriamo che grazie a una catena di approvvigionamento più integrata, dall'azienda agricola al cliente, l’industria ne tragga beneficio”, ha concluso George Liu.

Maggiori informazioni:

George Liu - CEO
Frutacloud
Email: operation@frutacloud.com  


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto