Pronta al decollo la stagione cilena degli avocado

La stagione cilena dell'avocado sta per decollare, con la regione settentrionale già in avvio di produzione, ma potrebbe presentare alcune sfide, poiché la regione ha dovuto affrontare la siccità che ha causato un calo della produzione totale.

Tropical Republik è un’azienda di import-export che si occupa principalmente di prodotti provenienti dell'America Latina e della Spagna e Astrid Antillon, condirettore dell'azienda, guarda al mercato cileno dell'avocado che sta per partire ora.

"Negli ultimi anni, gli avocado cileni o "paltas", come li chiamano localmente, si sono creati un loro spazio sui mercati. I motivi sono diversi: quello più importante è che il Cile è una nazione molto lunga, il che significa che dispone pure di una stagione di produzione lunga, nelle varie latitudini. Le regioni settentrionali hanno disponibilità di avocado a metà luglio, mentre le regioni centrali, dove si trova la maggior parte della produzione, possono fornire prodotti tra la seconda metà di agosto e settembre, con una stagione che dura fino a maggio".

Tuttavia, non tutto in Cile va avanti senza problemi, afferma Antillon: "Le previsioni per questa stagione indicano che ci sarà circa il 15-20% in meno di produzione, a causa della siccità che il Paese sta affrontando. I prezzi domestici sono attualmente molto elevati, il che significa che l'esportazione è diventata un po' meno invitante per i coltivatori. Perché sforzarsi, quando puoi fare soldi vendendoli sul mercato interno?"

Quando gli avocado vengono esportati, secondo Antillon, una quantità piuttosto abbondante arriva negli Stati Uniti. "Il più grande mercato per gli avocado cileni sono gli USA, anche se sono più vicini al Messico. La qualità cilena viene preferita ad altre origini, perché ha un contenuto più elevato di olio, meno difetti /malattie e un seme più piccolo. Più è tropicale la zona di produzione, più malattie bisogna affrontare. Il Cile è molto più secco di altre regioni, e questo rende i suoi prodotti meno predisposti a malattie o parassiti, perché le montagne delle Ande fungono anche da barriera naturale".

C'è anche altro che favorisce la coltivazione di avocado in Cile. Un fattore è che nel paese può fare freddo. "Il freddo ha un impatto diretto sulla quantità di olio presente negli avocado. Più fa freddo, più olio si troverà nei frutti. Il meteo in Cile ha fatto sì che gli avocado cileni si classificassero con il più alto contenuto di grassi, migliorando la cremosità del frutto".

Anche se il consumo di avocado è una novità, in Cina, il Cile si è aperto un varco in questo mercato con i suoi frutti. "Gli standard in Cina sono alti, quindi è una buona notizia che abbiano consentito agli avocado cileni di arrivare sul loro mercato. La risposta è nella qualità; le storie di successo di altri prodotti cileni in questo mercato si riferiscono anche ai volumi. Si pensi a kiwi, mele, agrumi, senza dimenticare il prodotto di punta delle esportazioni cilene di ortofrutta: la ciliegia".

"La Tropical Republik inizierà a presentare i programmi per la ciliegia da agosto, anche se la stagione non inizierà fino a novembre. In questo modo, gli acquirenti avranno la certezza circa la disponibilità dei prodotti, delle attrezzature e dello spazio sulle navi cargo", conclude Antillon.

Per maggiori informazioni:
Astrid Antillon
Tropical Republik
Tel: + 31 (0) 6 400 62 180
Email: a.antillon@tropicalrepublik.com  
Web: www.tropicalrepublik.com

Henk Van Hameren
Tel: +31 6 55 18 76 86
Email: H.vanhameren@tropicalrepublik.com


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto