Avvisi



Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Anche i vigneti colpiti dagli eventi climatici estremi del 10 luglio, ma non tutto e' perduto

Ci arrivano altre segnalazioni circa i danni provocati dalla cella temporalesca della scorsa settimana al Centro-Sud. Dopo la testimonianza di un produttore di angurie (cfr. FreshPlaza del 15/062019), a essere stati colpiti sono anche i vigneti.

Dino Iacobellis, un agricoltore di Castellana (Taranto), ci spiega: "Una vera e propria tromba d’aria ha spazzato via i teli e buttato giù le strutture dei nostri vigneti. Lo scorso mercoledì, intorno le 18,00, si è abbattuto un fenomeno temporalesco senza precedenti. Grandine, forte vento e pioggia hanno azzerato, in alcuni punti, la produzione".

"In totale, sono 20 gli ettari colpiti. Victoria, Superior, Uva Italia e Regal le varietà maggiormente colpite. La Vittoria e la Regal (oltre 1000 le piante buttate giù) sono quelle più colpite. Avevamo terminato da poco le operazioni di acinellatura, ma toccherà, nelle zone più interessate, ripassare per selezionare nuovamente i grappoli che saranno poi commercializzati. A fine mese dovevamo iniziare le operazioni di raccolta della Victoria. Fortunatamente, la tempesta, sviluppandosi a macchia di leopardo, ha interessato solo relativamente le coltivazioni”.

"Distrutti i teli, le piante si sono ritrovate di conseguenza senza copertura, per questo i grappoli sono stati intaccati. Dove i danni sono lievi, sarà sufficiente fare una cernita del prodotto, dove invece sono più evidenti, converrà abbandonare l’intera area. Il prodotto colpito si presenta macchiato, lesionato, spaccato. La potenza della tempesta ha buttato giù anche le strutture in cemento".

"Dopo l’evento atmosferico, ci siamo fiondati nei campi per capire meglio la situazione. I film di copertura erano spariti; a distanza di una settimana dall'accaduto, ancora non siamo riusciti a capire dove la tempesta abbia trascinato e poi abbandonato questo materiale".

"Dopo aver stimato circa 200.000€ di danni, abbiamo quasi completato il ripristino degli impianti e il riposizionamento delle coperture. Nonostante in questi ultimi mesi si siano registrati, in epoche di accrescimento e maturazione diverse, tre episodi simili nella nostra zona, non possiamo abbandonare il nostro lavoro, quello che amiamo fare tutti i giorni; non a caso, infatti, abbiamo rimesso su le strutture in pochi giorni".


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto