I coltivatori sudafricani di avocado vorrebbero che la stagione non finisse mai

Il mercato europeo dell’avocado risulta carente sul fronte dell'offerta, anche più di quello che si era previsto all'inizio, dopo che il Sudafrica e le colture smisurate del Perù dell'anno scorso avevano incentivato una richiesta anche maggiore.

Dopo un cauto inizio di stagione che ha messo un freno ai prezzi fino a maggio, gli acquirenti al dettaglio hanno chiesto ai loro fornitori sudafricani di evadere gli ordini via aerea, invece di utilizzare la normale rotta via mare, con un transit time di tre settimane.

Mentre lo scorso anno, sul mercato europeo, si registravano in media 3,5 milioni di cartoni alla settimana, nelle ultime settimane è arrivato quasi un milione di cartoni in meno, facendo pressione sugli impegni dei programmi di fornitura per la vendita al dettaglio.

"E' abbastanza inusuale spedire i frutti via aerea in questo periodo dell'anno", afferma Brenda Greyvensteyn, responsabile commerciale della Afrupro Marketing. L'azienda dispone ancora di avocado provenienti principalmente dall'area di Letaba, che arrivano (via nave) in Europa e nel Regno Unito, chiudendo la stagione nelle prossime tre o quattro settimane.

Un mercato dominato dai venditori
E' un anno in cui molti produttori sudafricani di avocado vorrebbero disporre di più frutti, perché è un mercato dominato dai venditori, considerata la carenza di merce sul mercato: il raccolto attuale, stimato in 14,5 milioni di cartoni equivalenti da 4 kg, sembra essere il 30% in meno rispetto allo scorso anno, mentre per il Perù, il maggior fornitore europeo in questo periodo dell'anno, è inferiore del 20%.

"I prezzi sono davvero eccezionali, al momento. Registriamo fino a 18 euro per cartone da 4 kg, ma non è sul mercato al dettaglio che si vedono questi prezzi. In effetti, la vendita al dettaglio sta premendo contro i prezzi elevati, e ci aspettiamo rimanga su livelli più contenuti, a circa 14-16 euro".

Gli acquirenti sono disposti a prendere gli avocado a buccia verde in assenza degli Hass? "Entrambe le varietà sono per mercati molto specifici. La maggior parte degli Hass viene venduta al dettaglio e gli acquirenti non potranno facilmente sostituirli con quelli a buccia verde. Anche se, in un anno come questo, chi può dirlo?"

La finestra di opportunità inizierà a chiudersi quando il Cile comincerà a spedire in Europa, ma Brenda ritiene che i cileni invieranno il loro primo carico al mercato statunitense, altrettanto forte, dove la stagione californiana si è conclusa in anticipo, a causa dell'ondata di caldo di un anno fa.

Una domanda in crescita
L'anno scorso è stata la stabilità del mercato al dettaglio a garantire rendimenti migliori, continua Brenda. "L'anno scorso è stato un anno che ci ha fatto riflettere. Ci ha mostrato cosa può accadere con i livelli di offerta alti, come lo sono stati l'anno scorso, con 3,5 milioni di cartoni alla settimana nell'UE ".

Con i frutteti di avocado che si espandono a un ritmo straordinario, in Sudafrica e all'estero, e l'ondata di volumi che si vede all'orizzonte, ci si chiede se questo possa essere l'ultimo dei mercati forti di vendita degli avocado, al momento.

"Si è pensato che il mercato potesse svilupparsi abbastanza da mantenere i prezzi stabili", dice, "ma l'anno scorso i consumatori europei hanno potuto acquistare l’avocado a prezzi accettabili e anche se quest'anno l'offerta è carente, la domanda c’è ancora. I consumatori non necessariamente pagheranno i prezzi esorbitanti che si registrano in questa stagione, ma è stato creato un gusto e siamo ancora in una buona posizione per continuare a espandere le piantagioni".

"Ci saranno tante opportunità per alleggerire la pressione che arriva dal mercato europeo, quando la Cina aprirà alle importazioni di avocado dal Sudafrica, considerato che la Cina è ancora un mercato non sfruttato per questa referenza".

Contatti:
Brenda Greyvensteyn
Afrupro Marketing
Tel: +27 81 477 8444
Email: Brenda@afrupro.co.za
Web: http://afrupro.co.za/


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto