Settimana 28 del 2019

Panoramica sul mercato europeo delle patate

Come riporta la nota di mercato Fiwap/PCA, in Belgio il mercato delle patate novelle da industria è rifornito di: prodotto proveniente da Bordeaux (spesso prodotte dagli agricoltori belgi); Première e Innovator, con rese e qualità molto variabili (alcune deludenti con meno di 30 tonnellate per ettaro e alcune di buona qualità superiore a 40 ton/ha, con limite PSE da 360 a 400 g/5 kg); alcune patate novelle della Renania e delle Fiandre occidentali.

Il mercato è considerato stabile, senza alcuna offerta eccessiva dato il contesto incerto dovuto alle condizioni climatiche secche, a breve e medio termine. La domanda è limitata dalla preponderanza dei contratti. I rendimenti maggiormente osservati superano 35 ton/ha. In caso di irrigazione, le rese sono di circa 40 ton/ha, il che dimostra la precocità della stagione e un rischio di penuria di tre settimane a partire da adesso, se il clima rimarrà secco.

Mercato a termine 
Il mercato a termine fa fatica a superare i 17 euro a quintale, con scadenza ad aprile 2020. Il clima è secco, le scorte di patate del vecchio raccolto sono quasi finite. E' iniziata la raccolta di patate novelle provenienti da Bordeaux, Germania e Belgio. La situazione attuale è volatile, con un "prezzo dipendente dalle previsioni meteo" che potrebbe diventare più importante.

Mercati fisici europei - Sommario dei prezzi (fonte: NEPG)

Paesi Bassi - Quotazione PotatoNL: anche disponibile su www.potatonl.com

Francia
Fine campagna, fine delle quotazioni per patate del vecchio raccolto.
Mercato all'ingrosso/partenza all'ingrosso per patate biologiche:

Germania
Le patate novelle della Bassa Sassonia e del Palatinato sono state quotate a 63 €/q per le varietà di a pasta tenera e 65 €/q per le cultivar a pasta soda. Le prime patate con buccia della Renania hanno fatto capolino nella settimana considerata. Per quanto riguarda le patate destinate all'industria (patatine fritte), le prime indicazioni di prezzo sono state di circa 25 €/q.

A livello globale, la siccità sta iniziando a evidenziare qualche danno (rese limitate, problemi di qualità dovuti al caldo), ma dove si effettua irrigazione, le prospettive di resa sono alte.

Il caldo (40 °C nel Baden-Württemberg) e la siccità non hanno ridimensionato solo i consumi, ma anche le rese e i calibri. Non ci saranno rendimenti da record. In alcuni casi, non ci sono abbastanza patate grandi e/o la maturazione viene ritardata. Le novelle destinate all'industria sono molto richieste. La maggior parte delle transazioni viene effettuata sulla base di contratti pre-stagionali.

Gran Bretagna
Prezzo medio alla produzione (tutti i mercati) nella 27ma settimana: 30,46 €/q (27,03 €/q nella settimana 25) per le varietà da industria a pasta bianca.

L'irrigazione è in corso ovunque possibile, la sostanza secca progredisce nelle varietà precoci per patatine fritte e chips e i prezzi sono in drastico calo. Dalla settimana 26 alla settimana 27, le quotazioni delle varietà friabili come Daisy o Amora sono passati da 50,76 a 35,70 €/q (Daisy) e da 50,76 a 33,46 €/q (Amora). I prezzi stanno diminuendo perché l'offerta è in aumento e la domanda rimane limitata.

Evoluzione delle aree di propagazione delle piante per le principali varietà in Belgio (Fonti: SPW/DGARNE; governo delle Fiandre-dipartimento agricoltura e pesca; Fiwap)

Della top-10 del 2010, rimangono solo 4 varietà. Bintje passa dal primo al quarto posto, perdendo il 50% delle sue superfici. La Spunta, che era sempre seconda, si porta in terza posizione. Lady Rosetta, l'ultima patata croccante, va dal terzo all'ottavo posto e Fontane, che occupava la nona posizione, ora è la numero uno.

Fontane, Agria, Spunta, Bintje e Alegria compongono la top-5 della classifica 2019. Bintje scende dalla prima alla quarta posizione (-184 ha, che è -51%). Fontane sostituisce Bintje in cima alla classifica. Alegria (mercato fresco) e Royal (patatine fritte) si scambiano i posti 5 e 6 ma uno sale e l'altro scende.

A livello globale, si osserva che poche varietà hanno una tendenza a una sola cifra percentuale, sia al rialzo che al ribasso. Ciò è in parte dovuto al fatto che le superfici coltivate sono in calo.

Le crescite più forti si registrano per Agata (mercato fresco, +1.237%), Louisa (una varietà destinata alla trasformazione in chips e derivante dal programma di creazione varietale del CRA-W in L'mont, con una buona resistenza alla peronospora, +364%), VR808 (un'altra varietà per chips; +80%). In calo: Bintje (-51%) e Charlotte (-37%).


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto