Mettere la responsabilita' sociale al centro dell'impresa

Già coinvolta in diverse iniziative che le hanno fatto ottenere la certificazione GlobalGAP e, dal 2011, l'IFS di alto livello, la sociaetà francese Top'Alliance desidera andare oltre, implementando una vera "politica di CSR" (responsabilità sociale d'impresa) all'interno dell'azienda.

"Oltre al nostro impegno per ottenere il marchio a zero residui di pesticidi (ZRP), quest'anno abbiamo anche lanciato un'iniziativa per migliorare il valore HEV (High Environmental Value). In futuro, vorremmo attuare una politica globale di CSR, che riassume i nostri impegni sociali, ambientali e di qualità ", spiega Marine Doussau, del dipartimento qualità di Top'Alliance.

Marine Doussau e Sabine Bouvier

Ridurre l'impronta ambientale
Installando 8.000 metri quadrati di pannelli solari e riducendo i rifiuti, l'azienda vuole "impegnarsi nella direzione della sostenibilità per il pianeta, qualcosa che i rivenditori richiedono sempre più dei loro fornitori. I nostri clienti sono consapevoli delle azioni ambientali che abbiamo messo in atto. Anche se questi sforzi non saranno tutti comunicati direttamente al consumatore, da ciascuno di loro ci arriva la richiesta di un impegno specifico", spiega Sabine Bouvier, del reparto vendite dell'azienda.

Parity: an important value
“We have as many women as men working in our offices. Gender parity is an important value for our general director, Hervé Hel.” Although parity is more difficult to achieve at the production level, each application is examined carefully, regardless of gender. “We have, for example, a female packer who was given a chance by our director several years ago. It is a physically demanding position at which she excels. Another one of our female employees has been working in production for about fifteen years, and many women hold positions of responsibility within the company,” explains Sabine.

Pari opportunità: un valore importante
"Lavorano nei nostri uffici tante donne quanti sono gli uomini. La parità di genere è un valore importante per il nostro direttore generale, Hervé Hel".

Sebbene la parità sia più difficile da raggiungere a livello di produzione, ogni domanda viene esaminata attentamente, indipendentemente dal genere. "Abbiamo, ad esempio, una donna che opera come confezionatrice cui è stata data una possibilità dal nostro direttore, diversi anni fa. E' una posizione fisicamente impegnativa, dove lei però eccelle. Un'altra delle nostre dipendenti lavora in produzione da circa quindici anni e molte donne ricoprono posizioni di responsabilità all'interno dell'azienda ", spiega Sabine.

Ludivine e Dominique confezionano manualmente l'aglio

Cindy seleziona manualmente l'aglio 

Livello sociale dei progetti
"Il nostro direttore è particolarmente sensibile al benessere sul luogo di lavoro. Un po’ di tempo fa, è venuto nella nostra sede uno psicologo del lavoro per i dipendenti della produzione, come parte di un progetto sociale. Cerchiamo davvero di migliorare le condizioni di lavoro dei nostri dipendenti, un impegno che ci viene ricompensato da un bassissimo tasso di assenze e di abbandoni".

La società vuole anche assumere il ruolo di attore all'interno del sociale, creando partnership con gli asili e le scuole superiori, assumendo i giovani in formazione e lavorando con gli ESAT (centri di assistenza per l'occupazione). "Gestiamo un ESAT a Lautrec. I dipendenti vengono a lavorare nella nostra sede, e trovano condizioni di lavoro adatte a lor

Inoltre, la maggior parte dei dipendenti ha svolto un corso di primo soccorso, nell'ambito di una formazione fornita dall'azienda.

Informazioni su Top'Alliance
Top'Alliance è la filiale commerciale di Alinéa, una cooperativa di produzione di aglio, creata nel 1960, e diventata un'organizzazione di produttori nel 1998. Le attività della cooperativa sono distribuite su tre siti. La sede centrale dell'azienda si trova a Beaumont de Lomagne, dove viene confezionata anche la maggior parte dei prodotti. Il secondo sito, nel Tarn, è specializzato nel confezionamento dell'aglio di Lautrec, e un terzo sito di stoccaggio si trova a Lectoure (Gers).

L'anno scorso, con 240 produttori soci, la cooperativa ha commercializzato 7.000 tonnellate di aglio – il suo prodotto target principale - 5.000 tonnellate di cipolle e 1.200 tonnellate di scalogni. "Essere una cooperativa ci consente di avere una tracciabilità dell’alta qualità del prodotto, controllando l'intera filiera, dalle sementi alla produzione e al marketing", spiega Sabine.

Poiché la cooperativa produce anche sementi, lavora in collaborazione con organizzazioni di ricerca come INRA e Ctifl, e con 45 produttori che producono 600 tonnellate di sementi di 10 diverse varietà di aglio.

Per maggiori informazioni: 
Hervé Hel
Top'Alliance
ZA de Bordevielle
82 500 Beaumont de Lomagne
Tel: +33 5 63 26 28 00
Web: www.topalliance.com 


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto