Avvisi





Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Soddisfatto anch

Coop e e Gruppo VeGe' esprimono soddisfazione per la proposta di legge sulle aste a doppio ribasso

Coop esprime la sua soddisfazione per la proposta di legge approvata oggi alla Camera in merito alle aste a doppio ribasso e alla vendita sottocosto dei prodotti freschi e deperibili. Coop non ha mai usato le aste al doppio ribasso praticate da altri competitor, che comprimono i fornitori e spesso danneggiano direttamente il lavoratore agricolo.

Coop da anni ha propri codici che garantiscono l'eticità dei rapporti di fornitura anche attraverso ispezioni e controlli in campo ulteriori rispetto a quelli previsti per legge. Un esempio lampante è la sua campagna Buoni e Giusti sulle filiere ortofrutticole a rischio (800 fornitori coinvolti oltre 70.000 aziende agricole), che è tuttora in corso e si sta intensificando in vista della stagione della raccolta del pomodoro. 

Quanto alla pratica del sottocosto sui prodotti alimentari freschi e deperibili la proposta di legge approvata alla Camera è in linea con quanto sostenuto da Coop in audizione ovvero ne riconosce l'utilità in alcuni casi per limitare gli sprechi dell'invenduto e offrire un'opportunità di risparmio per i consumatori, sempre che incida sui margini del distributore e sia concordata con il fornitore. Il confronto tra le commissioni competenti e le organizzazioni interessate al tema ha prodotto un buon risultato a beneficio di tutti.

"Siamo molto soddisfatti": così si esprime Giorgio Santambrogio, amministratore delegato di Gruppo VéGé, riguardo l'approvazione della proposta di legge che vieta le aste a doppio ribasso sui prodotti agricoli e agroalimentari.

"Negli ultimi mesi - aggiunge Santambrogio - ci siamo più volte espressi pubblicamente per sottolineare la nostra contrarietà all'utilizzo dello strumento delle aste a doppio ribasso per i prodotti del settore agroalimentare. Come Gruppo VéGé, avevamo già preso con forza questa posizione, anticipando la legge, attraverso il nostro codice etico che impone alle nostre imprese il divieto di utilizzare questo tipo di strumento. Pur accettando contrattazioni serrate ed anche severe, che fanno parte delle regole del gioco della negoziazione commerciale, per noi di Gruppo VéGé, è infatti di primaria importanza tutelare i produttori che ogni giorno portano qualità ed eccellenza sulle nostre tavole. Ci auguriamo ora che l'iter della legge proceda spedito e che possa essere approvata anche dal Senato in tempi brevi".


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto