Sumitomo Group

Fyffes ottiene un apporto di capitale di oltre 180 milioni dal proprietario giapponese

Il gruppo Fyffes, specializzato in frutta tropicale, ha ricevuto un apporto di capitale di quasi 183 milioni di euro dal suo proprietario giapponese Sumitomo; servirà per ridurre il livello del debito complessivo.

Il gruppo con sede a Tokyo, ha acquistato Fyffes due anni fa per 751 milioni di euro, ponendo fine ai 35 anni della società sul mercato azionario irlandese.

I documenti depositati nelle scorse settimane presso l'Ufficio di registrazione delle imprese dimostrano che l’azienda madre di Fyffes, la Summit Fresh Produce Ltd, ha acquistato 182,7 milioni di euro di nuove azioni nel gruppo alla fine di maggio. Il denaro è arrivato da Sumitomo attraverso un'altra holding con sede nelle Isole Cayman, come mostrano altri documenti presentati.

Ne consegue che i nuovi fondi sono stati utilizzati per liquidare i prestiti di Fyffes con il gruppo Sumitomo in una conversione del debito in titoli, dopo che il livello del suo debito totale è aumentato di circa € 100 milioni lo scorso anno, dai € 185 milioni della fine del 2017.

I conti per il 2018 non sono ancora stati pubblicati, pertanto non è chiaro cosa abbia portato all'aumento complessivo del debito. Un portavoce della compagnia si è rifiutato di commentare.

Trattamento dei lavoratori
Nel frattempo, il portavoce ha detto che Fyffes ha deciso di non appellarsi a una decisione dell'ETI (Ethical Trading Initiative), sponsorizzata dal governo britannico, alla fine di marzo, per espellerla come membro, a seguito di una controversia sui diritti dei lavoratori di un’impresa agricola di meloni in Honduras.

La questione era incentrata sul trattamento dei lavoratori presso l'unità meloni di Fyffes Suragroh, nel Paese centroamericano, e sul diritto dei lavoratori agricoli di essere rappresentati da un sindacato di loro scelta.

A marzo l'ETI ha dichiarato che, malgrado gli sforzi, non è stato possibile affrontare i problemi con Fyffes attraverso la mediazione.

Secondo l'Irish Times, Fyffes ha detto che, sulla base di quanto dichiarato dall'ETI sarebbero state prese delle misure sufficienti ad affrontare due delle tre questioni che erano al centro delle preoccupazioni iniziali.


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto