Edypro e Tecnova anticipano le sfide per il futuro dell'agricoltura

Studio su nuove tecniche di produzione dei pomodori per affrontare il cambiamento climatico

Anticipando le sfide che il settore agricolo dovrà affrontare a livello globale come risultato del cambiamento climatico, il Centro sperimentale della Fondazione Tecnova, in collaborazione con Edypro e Tecnova, ha lanciato un progetto a livello europeo per lo sviluppo di nuove tecniche di produzione dei pomodori.

L'obiettivo è di sviluppare varietà di pomodori che resistano allo stress combinato idrico e nutrizionale, oltre a massimizzare l'efficienza di acqua e nutrienti utilizzati tramite la progettazione e la sperimentazione di nuove combinazioni genotipiche e pratiche di gestione delle colture. Ciò dovrebbe contribuire alla riduzione dell'impatto ambientale derivante dall'attività agronomica.

Lo studio, cofinanziato tramite il Programma Horizon 2020, è il risultato del progetto Tomres, commissionato dall'Unione Europea a un gruppo di 25 enti di ricerca distribuiti in tutto il continente, tra cui università, centri di ricerca, società e associazioni agroalimentari.

La scelta dei pomodori è dovuta al fatto che si tratta di uno degli ortaggi che presenta il consumo più alto per chilogrammo prodotto, sebbene l'obiettivo di questi programmi sia quello di venire applicati anche al resto degli ortaggi che vengono coltivati.

Prime prove
I test sono stati condotti su 400 metri quadri di lotti, in terreni di proprietà della Fondazione Tecnova ad Almeria e hanno compreso la sperimentazione di due dei prodotti sviluppati dalla società Edypro, specificatamente il Coupé Regernación Plus e il Procuaje Reticular.

Il risultato delle prove sul campo ha mostrato un andamento ottimo per le colture di pomodoro in situazioni di stress abiotico.

Coupé Regeneración Plus ristabilisce la qualità del suolo permettendo un incremento della fornitura di ossigeno al terreno, che spesso risulta esaurito a causa dello sfruttamento continuo. Il prodotto assicura un equilibrio ottimo tra acqua, concime, suolo e nutrienti e migliora la capacità di scambio cationico, che permette un utilizzo migliore dei fertilizzanti. Inoltre, stimola la presenza di microrganismi utili e la necessità idrica viene ridotta tra il 30% e il 50%.

Nel frattempo, Procuaje Raticular lavora direttamente sull'attivazione del genoma della pianta, migliorando significativamente la formazione dei fiori, incrementando i livelli di polline e promuovendo l'attività degli insetti impollinatori.

La società biotecnologica dichiara che si tratta di soluzioni compatibili con l'agricoltura biologica. Ciò non faceva parte dei requisiti richiesti dall'UE, ma è un aspetto importante per Almeria.

Fonte: lavozdealmeria.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto