Primo melicoltore dell'emisfero australe a utilizzare bollini compostabili sui frutti

Un’azienda melicola neozelandese, con sede nella Hawke’s Bay,  è la prima azienda d’esportazione dell'emisfero meridionale a utilizzare adesivi compostabili sulle sue mele.

Gli adesivi PLU "price-look-up" (PLU) sono necessari perché il frutto possa essere facilmente identificato dal personale di cassa, ma vanno ad aggiungersi ai rifiuti di plastica, con circa 1 miliardo di adesivi  utilizzati sulle mele neozelandesi, ogni anno.

La più grande azienda di coltivazione di mele biologiche della Nuova Zelanda, la Bostock New Zealand, sta aprendo la strada a un'alternativa ecocompatibile, sperimentando quest'anno, sui sui frutti, gli adesivi PLU compostabili.

Heidi Stiefel, responsabile della fornitura biologica della Bostock New Zealand, afferma che la sperimentazione ha avuto successo e che l’azienda non vede l'ora di lanciare altri adesivi compostabili per la prossima stagione.

"Stiamo utilizzando gli adesivi compostabili per un cliente europeo e sulle mele Braeburn di grande calibro destinate agli Stati Uniti e al mercato locale neozelandese. Il laminato adesivo è compostabile al 100% a livello industriale, così come il retro degli adesivi. Si usano migliaia di metri di bollini, sulle mele, quindi è bene che sia tutto materiale compostabile, anziché plastica".

"La sperimentazione del nuovo adesivo ha avuto molto successo e non abbiamo riscontrato problemi tecnici. Lavoreremo sicuramente con il fornitore per applicare, nel 2020, un maggior numero di bollini compostabili sulle nostre mele", ha affermato la Sig.ra Stiefel.

Stiefel dice che sarebbe meglio non utilizzare per nulla gli adesivi, ma molti clienti e rivenditori li richiedono per l'identificazione del prodotto, in particolare i clienti statunitensi, asiatici e neozelandesi.

"Sono necessari, in effetti: senza il bollino, i consumatori non sarebbero in grado di identificare facilmente le mele biologiche dalle mele convenzionali, per esempio".

L'adesivo compostabile rispetta le normative FDA e UE sul contatto diretto con gli alimenti e si decompone quando viene immesso in un compost industriale.

La Bostock New Zealand ha anche sperimentato sui suoi prodotti altre opzioni di imballaggio sostenibile e compostabile.

"Siamo continuamente alla ricerca di opzioni più sostenibili e siamo molto soddisfatti di essere la prima azienda di produzione di mele dell'emisfero australe a testare in questa stagione i bollini compostabili".

"Ma i consumatori neozelandesi faranno fatica a vedere la differenza tra l'adesivo compostabile e un adesivo tradizionale perché sembrano uguali. Perciò, per l'anno prossimo stiamo sviluppando un adesivo compostabile per uso domestico che sia differente", ha affermato la manager.

"Riteniamo che il materiale che stiamo utilizzando, la Ecolabel, confermi il nostro impegno verso soluzioni sostenibili. Vogliamo investire in pratiche ambientali migliori e questo è un buon inizio".

Per maggiori informazioni:
Catherine Wedd 
Tel: +64 212886770


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto