Focus sul mercato mondiale dei limoni

Attualmente l'offerta di limoni sta aumentando in gran parte dei paesi. I limoni sono un prodotto anelastico, perché la domanda resta pressoché invariata rispetto all'anno scorso. Di conseguenza, il prezzo dei limoni è diminuito notevolmente.

Al momento l'Argentina è il paese di produzione di limoni per eccellenza: ha incrementato le sue esportazioni verso Stati Uniti ed Europa. Ciò ha messo sotto pressione i prezzi dei limoni spagnoli presenti sul mercato. Attualmente la Russia importa limoni dalla Cina.

Paesi Bassi: ritardo negli arrivi di limoni dall'Argentina e volumi sufficienti di limoni Verna spagnoli
Gli importatori olandesi hanno riferito di avere cominciato questa settimana con i primi carichi di limoni argentini. I primi arrivi sono previsti per metà giugno. La stagione argentina ha subito un ritardo notevole a causa delle piogge incessanti a Tucuman e anche per via degli scioperi locali. Quest'anno, quindi, a causa della pioggia e del ritardo nella raccolta, i limoni saranno più grandi. Quest'anno l'Argentina spedirà più limoni negli Stati Uniti e ci si aspetta che i volumi diretti in UE saranno inferiori. Quest'anno sul mercato ci sono quantità sufficienti di limoni Verna dalla Spagna e ci si aspetta che questo manterrà i prezzi sotto pressione.

Germania: la Spagna domina l'offerta
Attualmente in Germania è la Spagna a dominare il mercato dei limoni. Al momento le vendite del prodotto spagnolo procedono bene in tutto il commercio all'ingrosso tedesco. Anche la formazione dei prezzi è rimasta stabile, nel complesso, nelle scorse settimane. I prezzi sono andati alle stelle solo a Colonia la settimana scorsa, mentre ad Amburgo sono stati regolati al ribasso.

Inoltre, i limoni argentini e gli italiani di Amalfi stanno comparendo qua e là nell'offerta all'ingrosso. Secondo un fornitore, se nelle prossime settimane le temperature dovessero aumentare, le vendite di limoni cresceranno, soprattutto nel segmento di catering.

La Francia si aspetta un mercato stabile quest'estate
Un commerciante del mercato all'ingrosso di Rungis si aspetta che le vendite dei limoni rimangano stabili questa estate. "Ci aspettiamo una fornitura continua dalla Spagna. I volumi vengono ancora integrati con il prodotto cileno, argentino e sudafricano. Possiamo mantenere i prezzi più competitivi, perché ci sono più limoni".

Al momento sul mercato è appena arrivato il nuovo raccolto spagnolo e si è in attesa dell'Argentina. Secondo il commerciante, la domanda è soddisfacente. "Tuttavia, la domanda di limoni non diventerà mai molto grande".

Italia: Primofiore al posto del Bianchetto
Quest'estate ci sarà una carenza di limoni italiani e quindi per chi cerca un prodotto esclusivamente italiano la stagione potrebbe riservare sorprese. Al momento, molti commercianti prelevano limoni in America Latina e Sudafrica. Per quanto riguarda la macchia nera degli agrumi, non è ancora chiaro quali saranno le conseguenze per il commercio di limoni.

Nella Sicilia orientale si sta registrando l'impatto di un'altra fitopatia, al momento. Lì, a causa delle conseguenze di basse temperature e forti venti, la fitopatia fungina "malsecco" ha colpito parte del raccolto.

Il prezzo dei limoni, al momento, è ancora alto, con 0,55 euro al kg. Tuttavia, i limoni Primofiore non possono essere conservati a lungo. Sono attesi minori volumi di Bianchetto e di Verdello.

Spagna: mercato europeo saturo
Il mercato europeo comincia a dare i primi segni di saturazione nella domanda di limoni, anche se la richiesta di merce spagnola è in aumento in paesi come Canada, Brasile e Medio Oriente. In Cina è presente una grande domanda di limoni e si è pronti a importarli dalla Spagna, ma non sono ancora state raggiunte le giuste condizioni per il trasporto del frutto fresco tra i due paesi. La Spagna sta anche appurando la possibilità, per il futuro, di esportare i suoi limoni in Giappone e Vietnam, dal momento che le condizioni di trasporto verso tali paesi sono favorevoli. I coltivatori spagnoli hanno raccolto più limoni Verna quest'anno, rispetto agli anni scorsi. Inoltre, quest'anno la qualità è migliore grazie al clima.

La situazione in Cina
La stagione dei limoni cinese procede da ottobre a dicembre. E' in questo periodo che viene raccolta la maggior parte dei limoni. Dopo di che, i frutti vengono stoccati nei magazzini refrigerati e in questo modo, per gran parte dell'anno, c'è un'offerta di limoni sul mercato. Attualmente, il prezzo non è molto alto, ma nemmeno troppo basso rispetto a quello registrato nello stesso periodo dell'anno scorso. Ci si aspetta che, il mese prossimo, il prezzo dei limoni aumenterà di nuovo. Le destinazioni d'esportazione sono soprattutto Russia, Indonesia, Kazakistan e Singapore. Per il mercato cinese, la varietà più importante è la Meyer, mentre per l'export viene scelta principalmente la varietà Eureka.

Uruguay: una nuova rotta marittima verso gli Stati Uniti per il Sudamerica
E' stata aperta una nuova rotta marittima tra Uruguay e Stati Uniti. Su questa rotta verranno trasportati dall'Uruguay soprattutto limoni e altri agrumi. Gli Stati Uniti sono il mercato d'esportazione più importante per l'Uruguay per quanto riguarda gli agrumi. Attraverso questa rotta potrà essere trasportato anche l'export dal Cile diretto alla East Coast degli Stati Uniti.

Argentina: raccolta rinviata a causa delle inondazioni
Quest'anno è la seconda volta che l'Argentina esporta limoni verso gli Stati Uniti. L'export di limoni verso gli USA è stimato tra 20 e 30mila ton e ha quindi sperimentato una crescita del 300% rispetto all'anno scorso. Nei distretti principali dell'Argentina ha piovuto veramente molto. Ciò ha causato un ritardo nella raccolta fino ad almeno fine giugno. Nell'estremo nord-ovest del paese (distretto di Salta) le condizioni climatiche sono migliori e la qualità dei limoni risulta buona.

Stati Uniti: prezzi bassi per limoni di buona qualità
In California, il volume del raccolto è aumentato notevolmente rispetto all'anno scorso. Ciò è dovuto soprattutto alle ottime condizioni climatiche avute nella zona. Non solo i volumi di limoni sono grandi, ma i frutti hanno anche dimensioni maggiori. In California, in alcuni distretti, la raccolta si è sovrapposta e ciò ha causato un'offerta elevata di limoni sul mercato.

"La domanda di limoni è la stessa dell'anno scorso, mentre l'offerta è aumentata tra il 10 e il 20%. I limoni presentano una domanda non elastica e quindi, in presenza di un'offerta più alta, non c'è altra scelta che abbassare i prezzi. Quotazioni basse per i limoni non sono affatto normali, per il periodo dell'anno. I prezzi per i frutti di dimensioni più piccole cominciano nuovamente ad aumentare, ma quelli per i limoni di grandi dimensioni restano bassi". Inoltre, l'import continua ad arrivare soprattutto dall'America Latina.

Sudafrica: produzione più alta
A causa dell'aumento nella coltivazione degli agrumi in Sudafrica, si può notare un prezzo in flessione. Negli ultimi sei anni, gli arrivi di limoni sono aumentati di due terzi. Secondo l'Associazione degli agrumicoltori, a causa dell'aumento nella coltivazione dei limoni del paese, il prezzo di questo prodotto è diminuito e il valore d'esportazione dei limoni è dimezzato. La produzione totale continua a essere più che raddoppiata e l'anno scorso ammontava a 473mila ton. Una grande parte delle nuove piantagioni non è ancora entrata in produzione e si continuano a piantare nuovi alberi.


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto