Limitata disponibilita' per il limone siciliano

"Il prezzo del limone si mantiene abbastanza elevato, su € 0,55 al Kg. Il limone siracusano è ancora abbastanza richiesto, anche se ormai il frutto del primofiore si presenta stanco e avvizzito, non ha molta shelf life e questo porta a diversi problemi di durata del prodotto, con elevate percentuali di limoni che marciscono dopo poco tempo". A dirlo è Salvo Magliocco, esperto nell'agrobusiness limonicolo siciliano, da noi raggiunto telefonicamente per fare il punto sulla campagna 2019.

Salvo Magliocco

"La pianta inoltre - continua Magliocco - spinge i nuovi frutti in allegagione e tende ad abbandonare quelli vecchi. Per questo motivo, cerchiamo di sostituire il primofiore con il bianchetto e il maggiolino, anche se il problema di queste fruttificazioni è la quantità disponibile".

"Quest'estate ci sarà carenza di limoni, quindi si presenta una stagione molto a rilento per chi cerca esclusivamente prodotto nostrano – spiega il manager - Molte aziende stanno optando per il prodotto d'oltreoceano: Sud America o Sudafrica. L'Argentina sta riscontrando grandi problemi a causa di continue alluvioni che attanagliano il suo territorio e non consentono la raccolta del prodotto; prima della fine di giugno, i container non potranno arrivare in Italia. I limoni dal Sudafrica, invece, potranno raggiungere l'Italia già qualche giorno prima. Tuttavia ricordiamo sempre che parliamo di un prodotto trattato per arrivare in ottime condizioni qui in Italia".

Malsecco, un problema che persiste
"Quest'anno a causa delle calamità climatiche che hanno colpito l'area della Sicilia orientale – conclude l'esperto - i produttori si stanno trovando in difficoltà. Basse temperature e venti fortissimi hanno infatti indebolito le piante e ciò ha provocato l'insorgenza attuale di grandi problemi di malsecco. Inoltre, le abbondanti piogge hanno causato nelle terre più argillose problemi di marciume radicale e gommosi sul tronco della pianta. Questa stagione è disastrosa dal punto di vista climatico e si è coronata con una violenta grandinata giorno 16 maggio 2019, che ha acuito i problemi fitosanitari già presenti e ha obbligato i produttori a effettuare lavaggi a base di rame, il che non è adatto nella fase di allegagione in cui troviamo adesso".


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto