Per quanto tempo ancora l'asparago bianco restera' un prodotto stagionale?

Lo scorso 23 gennaio 2019 è stato battuto all'asta da The Greenery il primo bin di asparagi coltivati nelle serre olandesi. Poco dopo, anche il mercato belga ha messo all'asta i primi asparagi. Entrambi i ricavi sono andati in beneficenza.

Sebbene riguardi la produzione in serra, il raccolto è stato eccezionalmente precoce, quest'anno. Normalmente, la stagione degli asparagi bianchi va dai primi di aprile al 24 giugno, con un picco intorno alle settimane 18-20. Si può prevedere che il raccolto dell'oro bianco non sarà più stagionale e che quindi gli asparagi saranno disponibili tutto l'anno?

Riny van der Staak (a sinistra) e Rob van der Weele (a destra)

Rob van der Weele, product manager per piccoli frutti e asparagi presso The Greenery, non ritiene che ciò possa accadere nel breve periodo. "I produttori di solito avviano le colture nelle serre riscaldate verso carnevale. Anche la domanda inizia ad aumentare. Quando si comincia prima, di solito non c'è molta richiesta e, per gli asparagi, i costi sono troppo alti rispetto ai ricavi. Inoltre, gli asparagi hanno bisogno di una fase di dormienza e molto freddo. I raccolti risultano deludenti quando non vengono soddisfatti questi requisiti".

Riny van der Staak, commerciante di frutta e verdura a Venlo, nei Paesi Bassi, concorda con Rob. "In precedenza abbiamo visto le stagioni iniziare sia in anticipo che in ritardo. In passato gli orticoltori avevano investito in letti riscaldati, e questa scelta inizialmente aveva dato i suoi frutti. Dopotutto, gli asparagi che commercializzavano erano esclusivi. Tuttavia, l'offerta è aumentata molto più della domanda. Per questo motivo, una raccolta anticipata non è più redditizia come dieci o quindici anni fa".

L'accelerazione della stagione degli asparagi, attraverso serre e tunnel riscaldati, ha comportato un aumento dell'offerta prima dell'inizio della stagione, mentre c’è ancora molto da recuperare, dal punto di vista dei consumi, sul mercato olandese. The Greenery cerca di promuovere gli asparagi con spot promozionali sui canali televisivi nazionali, ad esempio. "Nei Paesi Bassi vengono coltivati molti asparagi, ed è effettivamente importante aumentare i consumi. Molto si può ancora raggiungere, in particolare tra i più giovani", spiega Rob.

Il fatto che la campagna si concentri principalmente su un target più giovane lo si vede chiaramente nello spot commerciale di The Greenery, sviluppato in collaborazione con altre organizzazioni di vendita, che presenta un prodotto resistente e alla moda. Le persone prestano attenzione anche alla commercializzazione degli asparagi pelati, che potrebbero aumentare il consumo tra i più giovani.

L'età del pubblico target non è l'unico fattore in campo; lo è anche la regione. Il consumo è più elevato nel sud dei Paesi Bassi rispetto al resto del Paese. "Il consumo pro capite potrebbe aumentare, in particolare nella parte orientale del Paese", afferma Riny. Intravede anche del potenziale commerciale nelle ricette a base di asparagi, per esempio. Tuttavia, Riny sottolinea che gli asparagi si vendono ancora meglio nel corso della stagione. "Le persone hanno bisogno di sentirsi in primavera, prima di iniziare a mangiare gli asparagi".

Mentre sembra che si possa aprire un mercato di asparagi bianchi nei Paesi Bassi, lo stesso mercato sembra in calo all'estero. Riny: "Anche i nostri Paesi limitrofi hanno aumentato le proprie aree di coltivazione, e di conseguenza sono diventati più autosufficienti".

Le superfici olandesi sono aumentate anche nell'ultimo anno, anche se il 2018 è stato leggermente meno favorevole per i coltivatori di asparagi. I Paesi Bassi sono autosufficienti nella produzione di asparagi.

Rob: "Il 70% del raccolto è destinato al mercato olandese. Una quota minore viene inviata in Francia e in Spagna, ma soprattutto è destinata alla trasformazione industriale. L'importazione degli asparagi dall'estero è in diminuzione. In passato, il Perù era ancora un importante produttore di asparagi bianchi, ma lo è sempre meno. Una quota minima di asparagi proviene ancora dalla Germania".

Sia Rob che Riny concludono pertanto che la stagione degli asparagi non finirà così rapidamente. Anche se è possibile commercializzarli tutto l'anno, grazie alla produzione propria e a quella d'importazione, i consumatori in realtà ancora non richiedono asparagi per tutto l'anno.

Riny spiega che l'esclusività di questi prodotti sarà recuperata con la meccanizzazione: "E' piuttosto laborioso coltivare asparagi. La meccanizzazione potrebbe ridurre tali costi, così che la produzione diventi più economica. L'esclusività degli asparagi potrebbe quindi tramontare, in futuro".

Per maggiori informazioni:
Riny van der Staak BV
Venrayseweg 132a
5928 RH Venlo
Tel: 077 323 09 19
Fax: 077 382 12 69
info@rinyvanderstaak.nl  
www.rinyvanderstaak.nl  

The Greenery
Rob van der Weele
Senior productmanager Soft fruit
T +31 6 22 482 293 
r.vanderweele@thegreenery.com  
www.thegreenery.com 


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto