Irlanda: un nuovo terminal nel porto di Cork guarda alle merci spagnole

L'apertura di un nuovo terminal nel porto di Cork, in Irlanda, prevista per marzo dell'anno prossimo, aumenterà notevolmente la capacità per container standard e refrigerati.

Fino al 2012, il porto aveva una capacità di 120 punti di scarico al terminal per i refrigerati, quando Maersk e Fyffes hanno deciso di rendere il porto di Cork lo scalo principale per le spedizioni di banane e ananas in Irlanda, facendo arrivare al porto 70-100 container refrigerati di banane e ananas, ogni settimana.

"Per accogliere questi volumi di frutta, abbiamo costruito un nuovo terminal temporaneo per ospitare le grandi navi", spiega Paul O'Regan, Comandante del porto e Ufficiale capo delle operazioni portuali. "Si tratta di un terminal molto moderno, e noi abbiamo guardato ai progressi compiuti da Maersk nella tecnologia dei refrigerati e li abbiamo integrati nel terminal. Il monitoraggio del container refrigerato viene ancora svolto da un'azienda locale, per conto di Maersk, ma tutte le infrastrutture e sovrastrutture sono state avviate dal porto".

Nuovo terminal
In futuro, il nuovo terminal avrà la capacità di 500 punti di scarico merci, con un’eccedenza iniziale di 100, conseguenza di una crescita straordinaria non solo del settore ortofrutticolo, ma anche delle industrie casearie e farmaceutiche che sono passate ai container refrigerati, facendo aumentare negli ultimi 3 anni l'utilizzo di tali container del 200%.

"Speriamo che molti dei frutti spediti da Fyffes e Keelings dall'America del Sud vengano inviati a Cork e successivamente ai porti di ridistribuzione nel nord dell'Inghilterra, come quello di Liverpool. Normalmente, quei frutti arrivano nel sud dell'Inghilterra e vengono trasportati fino al nord, ma dato che ora abbiamo la capacità di coordinare le spedizioni qui, speriamo che tale logistica cambi e renda la distribuzione delle merci più veloce".

"Vorremmo anche capitalizzare i traffici dei prodotti ortofrutticoli provenienti dalla Spagna. Si trasporta molto pesce dall'Irlanda alla Spagna sui refrigerati, e gli stessi container potrebbero tornare indietro pieni di frutta e verdura per il mercato irlandese.

Brexit
"C'è stato tanto lavoro sui possibili scenari collegati alla Brexit. A giugno dello scorso anno, la Brittany Ferries ha stabilito una rotta per traghetti ro-ro, da Cork a Santander, per aggirare il problema del ponte terrestre (merci che dovevano attraversare l'Inghilterra per arrivare in Irlanda). Il primo anno questa rotta non è stata molto utilizzata, ma ora si sta diffondendo, con tanti camion che trasportano merci refrigerate. E quindi vorremmo essere in grado di agevolarla".

Il mercato di Dublino è il più forte e dovrà essere dotato per il trasporto refrigerato, e molto probabilmente dovrà continuare a utilizzare il ponte terrestre, soprattutto per i prodotti più deperibili, che devono raggiungere il mercato il giorno successivo. Ma per i prodotti con una durata più lunga, c'è la possibilità di inviarli attraverso Cork. Ma Paul sottolinea che nessuno sa ancora quali potrebbero essere queste opportunità, e tutti sperano in un accordo più vantaggioso. Ma, indipendentemente dall'accordo, loro sono già pronti e attrezzati.

Collegamenti logistici
I collegamenti logistici dal porto sono buoni e sarà sviluppato un piano di gestione della mobilità attorno al terminal, dove è possibile prenotare gli slot per entrare e uscire dal terminal come in altri porti. Questo fornisce un ottimo servizio agli autotrasportatori, che potranno vedere quando possono recarsi al terminal ed evitare ritardi.

"Le strade che entrano nell'area del porto sono trafficate proprio come accade in altri porti urbani", ha detto Paul. "Ci sono progetti sul tavolo per costruire una nuova strada che renderebbe il collegamento da Belfast a Cork privo di semafori, il che è molto positivo. L'Irlanda non è un grande Paese e puoi guidare da Cork a Dublino in sole 2 ore. La rete stradale sarà cruciale e certamente abbiamo bisogno di adeguarla, ma lo faremo, forse qualche anno dopo l'apertura del terminal ma, fino ad allora, saremo in grado di gestire il traffico".


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto