Focus sul mercato mondiale dei mirtilli

La coltivazione del mirtillo è relativamente nuova a livello globale. La domanda per il prodotto continua ad aumentare in tutto il mondo, soprattutto per via delle proprietà salutari attribuite al frutto. Di conseguenza, il prezzo dei mirtilli è elevato e questa è anche la ragione per cui molti Paesi vedono un potenziale nel prodotto. Ad aumentare notevolmente la loro produzione di mirtilli sono soprattutto l'Est Europa, i Balcani e il Perù. Il Perù in particolare ha l'ambizione di diventare il maggiore produttore di mirtilli a livello globale. La Spagna avverte il pericolo dato dalla produzione in aumento. Ad aprile e maggio, la nazione ha avuto una resa eccessiva di mirtilli e i prezzi sono diminuiti drasticamente per i coltivatori, mentre nei supermercati sono rimasti elevati.

Perù
Nel primo trimestre di quest'anno la resa di mirtilli in Perù è stata di 18mila tonnellate. Rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, si è verificato un aumento del 571%. L'intero settore della frutta fresca del Paese è cresciuto del 52% rispetto al trimestre precedente. Questo sviluppo è in linea con l'ambizione di diventare il maggiore esportatore a livello globale al posto del vicino Cile. La maggior parte delle esportazioni peruviane è destinata al mercato cinese.

Paesi Bassi: prezzi bassi e molte promozioni con i mirtilli
Al momento il mercato olandese dei mirtilli è dominato da Spagna e Marocco. I centri di imballaggio olandesi hanno a che fare soprattutto con molto prodotto spagnolo. Nel frattempo, la stagione marocchina si avvia alla conclusione. A causa del caldo intenso registrato nell'Europa meridionale, gli importatori olandesi prevedono che nel prossimo periodo ci siano dei problemi di qualità. I prezzi sono su un livello basso e, negli ultimi tempi, diversi rivenditori hanno realizzato grandi promozioni con i mirtilli.

Secondo gli importatori olandesi, la scorsa settimana c'è stata una domanda inaspettata, dato che in questo periodo c'è prodotto a sufficienza sul mercato. Attualmente ci sono tanti mirtilli spagnoli e i prezzi sono sotto pressione. Da metà giugno si prevede un gap nella fornitura, per via del quale quotazione e domanda dovrebbero aumentare e la produzione nord-europea potrà andare a colmare il vuoto. Per il momento, la produzione olandese procede bene, con gli ultimi fiori sulle piante e un'allegagione di successo. I commercianti frutticoli olandesi hanno reagito alle voci di danni dovuti al gelo per i piccoli frutti polacchi dichiarando di esserne al corrente già prima dell'inizio della stagione.

Belgio
In Belgio la fioritura dei mirtilli procede bene. Alcuni coltivatori hanno avuto delle difficoltà dovute al gelo, ma ancora non sono chiare le reali conseguenze. Il primo raccolto in pieno campo è previsto per la prima settimana di luglio. La superficie coltivata a mirtilli aumenta ogni anno e cresce di pari passo con la popolarità del frutto. Si investe molto nello sviluppo di nuove varietà, ma per il momento l'assortimento è ancora molto limitato. La sfida più grande per il futuro è trovare manodopera capace.

Germania: Spagna e Marocco dominano l'offerta
Al momento in Germania vengono offerti soprattutto mirtilli spagnoli e marocchini. L'anno scorso è stato soprattutto il Marocco ad avere ampliato la superficie coltivata. Inoltre, ci sono volumi provenienti dagli Stati Balcanici (Serbia, Grecia) e dalla Polonia. Il ruolo dei frutti d'oltremare sembra essere stato completamente assolto. A Francoforte, il prezzo dei mirtilli marocchini e spagnoli è diminuito a 0,80-1,20 euro per 125 grammi. A Monaco, al contrario, è stata rilevata un'offerta limitata e di conseguenza i prezzi sono leggermente aumentati.

I commercianti specializzati continuano a scorgere potenziale nei mirtilli, soprattutto per quelli di coltivazione locale. Tuttavia, i mirtilli sono molto richiesti anche fuori stagione. L'inverno scorso le vendite sono state eccezionalmente buone, secondo un commerciante. I primi mirtilli tedeschi sono previsti per la metà di giugno. I cosiddetti Dicke Blauen vengono coltivati soprattutto nella Germania settentrionale e sono biologici.

Francia: mercato tranquillo
Secondo un commerciante il mercato francese dei mirtilli è tranquillo. "I nostri piccoli frutti, al momento, provengono soprattutto dal Marocco e sono di buona qualità. Il prodotto non è molto richiesto. I prezzi sono stabili, a circa 8 euro/kg". In generale i commercianti francesi importano grandi quantità di mirtilli spagnoli. Anche nella stessa Francia si coltivano piccoli volumi. Quest'anno la stagione andrà da giugno a settembre.

Spagna: differenza di prezzo dell'800% tra coltivatore e supermercato
Per la produzione spagnola di mirtilli è stato un anno difficile. I prezzi sono stati storicamente bassi ad aprile e maggio a causa di una produzione eccessiva, cosa che ha fatto sì che i costi di coltivazione non fossero coperti. Questa situazione si temeva da tempo. La produzione di mirtilli è cresciuta molto nella provincia spagnola di Huelva. Inoltre, i prezzi sono diminuiti a causa dell'aumento della produzione di Marocco e Portogallo, soprattutto per l'afflusso di mirtilli marocchini sul mercato europeo.

I coltivatori stanno protestando perché i loro prodotti vengono acquistati a 2 euro/kg nei supermercati, che a loro volta li vendono a 19 euro/kg. Molti produttori stanno pensando di passare ad altri prodotti, soprattutto fragole. Altri sono costretti a mettere in vendita i propri frutteti.

Attualmente sono in fase di raccolta le varietà tardive e la stagione dei mirtilli Star e Ventura sta terminando. Gli esportatori prevedono risultati migliori a giugno.

Polonia: danni causati dal gelo
Ad aprile, il gelo registrato in Polonia ha causato danni notevoli al raccolto di mirtilli. Siccome le conseguenze sono diverse da zona a zona, è difficile determinarne l'entità. Tuttavia, si stima un volume inferiore tra il 10% e il 40%. E' certo, quindi, che i volumi saranno più contenuti. La raccolta inizia come sempre prima della settimana 28. Attualmente i prezzi dei mirtilli sono difficili da stimare. Ciò è dovuto soprattutto al fatto che molti Paesi dell'emisfero nord arrivano in produzione più o meno nello stesso periodo. Inoltre, la superficie coltivata sta aumentando in altre nazioni dell'Est Europa che arrivano sul mercato. A causa del clima freddo e umido, c'è la possibilità che l'impollinazione dei mirtilli incontri delle difficoltà.

Ucraina: l'export continua a crescere
Come altre nazioni europee, l'Ucraina sta ampliando la produzione di piccoli frutti. I mirtilli sono, quindi, uno dei prodotti più popolari per le nuove piantagioni. All'inizio di aprile ci si aspettava un volume d'esportazione tra le 4.500 e le 5.000 ton. La maggior parte delle esportazioni è andata a Polonia, Turchia, Francia e Bielorussia. Come è successo in Polonia, una parte del raccolto è stato danneggiato dalle condizioni meteorologiche.

Serbia: export in Russia
Come in altri stati dei Balcani occidentali, il governo serbo ha investito molto nella coltivazione dei mirtilli. In Serbia, la raccolta comincia a giugno. Si è avuto qualche inconveniente climatico solo nelle ultime settimane. Si prevede un aumento del volume pari al 30%, per via dell'entrata in produzione delle piantagioni giovani. La Serbia esporta soprattutto nella sua regione, in Europa occidentale, Turchia e Russia. Anche il Medio Oriente è un mercato d'esportazione, soprattutto gli stati del Golfo.

Italia: tecnologia e varietà devono incrementare la produzione
In Italia la raccolta dei mirtilli comincia alla fine di marzo nel sud del Paese e termina a inizio settembre nelle zone settentrionali. La domanda di mirtilli aumenta ogni anno, e rispetto all'anno scorso è aumentata del 60% circa in Italia meridionale. La produzione italiana continua perciò ad aumentare e succede soprattutto grazie a innovazioni tecnologiche e a nuove varietà.

Il network internazionale di produttori specializzati in bacche Berryway ha lanciato un progetto di sviluppo per la costituzione di una filiera professionale che riunisca diversi territori italiani per una coltivazione complementare a quella già esistente, al fine di completare il ciclo con un'offerta per 12 mesi l'anno. Tra i prodotti anche mirtilli innovativi.

In Calabria si sta sperimentando la coltivazione fuori suolo di mirtillo americano. Le varietà sono tre e a maturazione precoce. Per il momento, questi mirtilli saranno commercializzate solo a livello locale.

Cina: al cinema con i mirtilli al posto dei popcorn
I mirtilli sono un prodotto popolare in Cina non solo per le loro proprietà salutari, ma anche perché vengono considerati uno snack prelibato. Quest'anno sono stati promossi come snack salutare al cinema, un'iniziativa molto ben accolta dai consumatori. La Cina importa mirtilli quando non ha ancora iniziato la sua stagione. All'inizio dell'anno i mirtilli arrivano da Perù e Cile.

Soprattutto nelle province cinesi di Shandong, Guizhou e Liaoning i mirtilli vengono prodotti su larga scala, ma anche le provincie di Yunnan, Hebei e Sichuan si stanno sviluppando rapidamente in questo settore. La domanda di mirtilli è alta, mentre l'offerta è limitata. Di conseguenza, il prezzo resta elevato. La produzione di mirtilli cinesi aumenterà molto alla fine di questo mese, quando cominceranno le stagioni della maggior parte delle zone di produzione. A marzo-aprile la stagione dei mirtilli era già cominciata per Yunnan, Shandong e Dalian.

Stati Uniti: il temporale sulla West Coast minaccia il raccolto di mirtilli
Negli Stati Uniti si è verificato un gap nella produzione di mirtilli a causa delle condizioni meteorologiche. La Florida è in procinto di terminare la produzione. Georgia e California centrale cominciano senza ritardi, ma avranno una stagione più breve. Dopo il 20 giugno, quindi, si verificherà un vuoto sul mercato prima che cominci la stagione del nord-ovest. Anche in Messico la stagione dei mirtilli è nella sua fase conclusiva.

Sebbene la qualità sia buona per entrambe le zone, migliore di quella dell'anno scorso, nella East Coast i volumi sono più limitati rispetto alla West Coast. Negli Stati Uniti la domanda resta buona. Secondo un commerciante canadese: "Ci sarà sempre una domanda per i mirtilli". Attualmente il prezzo del frutto varia tra 17,95 dollari e 22,95 dollari per 500 grammi. Rispetto all'anno scorso, le quotazioni sono aumentate del 25%.

Per il New Jersey la stagione dovrebbe cominciare a metà giugno. Da alcuni, questi mirtilli vengono considerati il prodotto con il miglior sapore e la miglior consistenza e ci si aspetta una buona stagione. Inoltre, l'importanza dell'Oregon come produttore di mirtilli è in aumento e, anche in questo caso, si tratta di frutti di alta qualità. 

Per quanto riguarda la West Coast le previsioni sono meno positive. Alcuni temporali si sono abbattuti sulla zona e hanno creato danni notevoli al raccolto.

Australia: netta differenza tra il raccolto estivo e quello invernale
Anche in Australia la produzione di mirtilli continua ad aumentare. In realtà è stato registrato un grande calo nell'export di mirtilli, diminuito del 38%, con una riduzione del valore del 48%. Inoltre, sono state importate appena 1.000 ton. Le condizioni meteorologiche sono state favorevoli nel complesso per i mirtilli, ma le differenze tra clima estivo e invernale sono grandi, in quanto in inverno il gelo ha danneggiato i frutti.


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto