Avvisi





Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

I consigli di Giovanni Zanzi al settore cerasicolo. Guarda il video!

Grosse, dolci, croccanti e tolleranti il cracking: ecco le ciliegie preferite dal mercato

Maltempo e ciliegie. Contro il cracking, le strade da percorrere sono due: scegliere varietà altamente tolleranti e/o utilizzare reti antipioggia. L'opinione di Giovanni Zanzi, della Vivai F.lli Zanzi, è questa, precisa e chiara così come da sua abitudine. 

"Esistono varietà che tollerano bene il cracking - esordisce Zanzi - ma, precisiamo, non ne esistono di totalmente resistenti. Va sempre messa in preventivo una certa soglia di danno, nel caso di piogge. Noi lavoriamo con gruppi fra i più importanti al mondo quali CEP Innovation, Cot International e IPS che hanno in catalogo varietà che offrono un'ottima garanzia su questo fronte".

Guarda la video-intervista a Giovanni Zanzi registrata la scorsa estate

La seconda strada da percorrere è quella della protezione con reti. Soluzione utilissima soprattutto alla luce degli eventi atmosferici degli ultimi giorni in tutta Italia. "Negli ultimi tempi, l'innovazione tecnologica è arrivata ad altissimi livelli, sia dal punto di vista dei teli, sia dei sostegni. I costi sono abbordabili in relazione al reddito, che viene così salvaguardato. Abbinare teli antipioggia e varietà resistenti garantisce dal problema del cracking".

In questa stagione, gli agricoltori pensano già a quali varietà scegliere e prenotare, in vista dei nuovi impianti da approntare in autunno. Zanzi non ha dubbi: occorrono varietà di grosso calibro e di ottimo sapore.

"Serve croccantezza della polpa, alto grado zuccherino e soprattutto grosso calibro. Le nostre varietà, coltivate secondo protocolli agronomici mirati, raggiungono e superano il calibro 30. Il 26 ormai non lo vuole più nessuno o, comunque, non dà il reddito sperato".

La coltivazione delle ciliegie è ancora una buona fonte di reddito, ma solo se si protegge l'impianto dalla pioggia e, a maggior ragione, dagli insetti. Chiudere totalmente con teli e reti dà garanzia contro il cracking, la grandine e anche Drosophila suzukii.

"Nel caso si abbiano impianti non coperti - conclude Giovanni Zanzi - alcuni agricoltori hanno l'accortezza di passare nel ceraseto con l'atomizzatore e la ventola inserita, subito dopo la pioggia, in modo da far scorrere via l'acqua dai frutti. Ad ogni modo, è bene muoversi in prevenzione tramite le soluzioni già citate: varietà tolleranti e coperture antipioggia".

Contatti:
Vivai F.lli Zanzi

Via del Gorgo 137
Loc. Gorgo di Fossanova San Marco
44124 Ferrara
Tel.: +39 (0)532 719072
Email: vivaizanzi@vivaizanzi.it
Web: www.vivaizanzi.it


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto