Avvisi



Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

L’azienda d’esportatrice polacca Ewa-Bis prevede un'altra campagna difficile

Il maltempo avra' sicuramente un grande impatto sulla prossima stagione delle mele

L'ultima stagione delle mele in Polonia è stata dura e ci sono buone probabilità che anche la prossima sia piena di sfide. Il meteo non è stato clemente, con il gelo che ha danneggiato i raccolti. E anche se le vendite relative al raccolto 2018 sono state ormai completate, le questioni relative alla manodopera non sono state risolte.

I problemi che la Polonia ha dovuto affrontare durante l'ultima stagione melicola suggeriscono ai coltivatori un cambio di strategia, afferma Damian Kozlowski, direttore alle vendite presso la Ewa-Bis: "Ogni stagione è diversa. Quella passata è stata estremamente difficile per i produttori di mele a causa della sovrapproduzione, che a sua volta ha portato a quotazioni molto basse e a problemi nelle vendite. I prezzi di vendita non hanno coperto neanche i costi di produzione. In questa prossima stagione vogliamo aggiungere valore alle nostre mele e ad altri prodotti: mele biologiche, le nostre nuove mele Tymbark e gli imballaggi ecologici. Abbiamo grandi aspettative per il marchio Tymbark, che è già noto in Polonia per i succhi e le puree".

La stagione non sarà semplice, per i coltivatori polacchi, poiché il clima sta già causando danni ai frutteti. "In generale, questa stagione primaverile non sta favorendo l'agricoltura in Polonia. Febbraio, marzo e aprile sono stati mesi molto secchi; abbiamo avuto quasi tre mesi senza pioggia, a metà aprile temperature molto gelide e, dall'inizio di maggio, notti con il gelo (che è durato poco, per fortuna). Altre gelate più gravi si sono verificate nella prima decina di maggio. Come se ciò non bastasse, abbiamo anche avuto una forte grandinata", spiega Kozlowski.

"Tutto ciò avrà sicuramente grandi ripercussioni sulla prossima stagione delle mele, ma lo sapremo meglio fra 2-3 settimane. Se parliamo di piccoli frutti come fragole, lamponi, mirtilli, sappiamo che alcuni dei nostri coltivatori hanno perso il 40-50% del prossimo raccolto".

Kozlowski spera che le mele della Ewa-Bis raggiungano nuove destinazioni, in questa stagione. "Le nostre mele convenzionali sono già state spedite in tutta Europa, Nord Africa e Asia. In questa stagione vorremmo concentrarci maggiormente sui mercati lontani, asiatici e mediorientali. Tuttavia, anche i Paesi più vicini come la Germania, sono delle opzioni molto interessanti. Per raggiungere questi obiettivi, dobbiamo fornire frutti di ottima qualità. Questo è il motivo per cui incoraggiamo e consigliamo i nostri agricoltori di coltivare prodotti di buona qualità con limiti adeguati di residui, o addirittura di spingersi anche oltre, coltivando biologicamente".

Per quanto riguarda il tipo di varietà che i coltivatori dovrebbero coltivare in futuro, Kozlowski nota una tendenza verso mele di qualità migliore: "La Idared è ancora la varietà più popolare, ma lo scenario sta cambiando. Alcuni anni fa, gli agricoltori hanno cominciato a piantare varietà monocolore, come quelle rosse e gialle, le varietà Red Prince e ovviamente le Stripe Gala, conosciute in tutto il mondo. E' una decisione giusta, per ora, ma dobbiamo guardare al mercato con molta attenzione e reagire rapidamente, qualora cambiassero le preferenze dei clienti".

Una delle sfide finali della scorsa stagione è stata la carenza di manodopera. In alcuni frutteti, le mele non sono state raccolte perché non c'era personale ucraino a disposizione. Kozlowski ritiene che questo problema si verificherà anche nella prossima stagione: "Il problema si è manifestato sin dall'inizio della campagna e sarà probabilmente difficile trovare un numero sufficiente di lavoratori. Abbiamo visto persone che arrivano in Polonia perfino dall'India, per lavorare nel settore del fresco, ma questa forza lavoro non è ancora sufficiente. Ecco perché gli agricoltori dei Paesi occidentali stanno cercando di meccanizzare il più possibile le varie operazioni, per non aver bisogno di tutti questi lavoratori".

Contatti:
Damian Kozlowski
Ewa-Bis Sp. z.o.o.
Tel: +48 668 117 500
Email: damian.kozlowski@ewabis.com.pl 
Web: www.ewabis.com.pl 


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto