Coop Italia lancia la sfida ai suoi fornitori di ortofrutta: ricorrere all'agricoltura di precisione per ridurre i pesticidi

Si comincia dalle ciliegie, cui seguiranno 35 filiere di ortofrutta a marchio Coop che saranno progressivamente coinvolte in un piano di riduzione dei pesticidi, fino all'eliminazione, per un totale di 116 fornitori e di oltre 7000 aziende agricole; 15 saranno le colture interessate nel corso del 2019, tra cui ciliegie, meloni, uva, clementine. 

La decisione è parte integrante dell'impegno di Coop Italia a tutela dell'ambiente, ed è stata annunciata in un evento a Macfrut: si intende ottenere l'eliminazione di 4 molecole controverse per l'ambiente (4 erbicidi, tra cui il glifosato), ricorrendo a modalità di gestione alternative. Saranno possibili poche e temporanee eccezioni in casi di oggettiva difficoltà, che i fornitori dovranno comunque concordare con Coop. 

Tutte le famiglie di prodotti ortofrutticoli a marchio Coop saranno a regime entro 3 anni per un volume complessivo di oltre 100.000 tonnellate di prodotti coinvolti (a valore circa 325 milioni di euro).

Coop promuove l'adozione di tecnologie agricole innovative in grado di migliorare l'efficienza, la resa e la sostenibilità delle coltivazioni (la cosiddetta agricoltura di precisione), proseguendo una strategia di attenzione per l'ambiente e di sicurezza alimentare praticata da tempo e volta al continuo miglioramento delle prestazioni.

E' quello che oggi prende il nome di "agricoltura di precisione", non una vera e propria novità, ma ancora una rarità nell'ortofrutta italiana. In questo progetto Coop si pone al fianco dei propri fornitori, condividendo conoscenze e possibili supporti per l'inserimento di nuove tecnologie. Applicando le metodologie e le tecniche dell'agricoltura di precisione, si realizzano coltivazioni con risparmi di acqua, energia e tempo; una app ad esempio può mappare dove si pone il seme in modo che le successive lavorazioni di concimazione, irrigazione e disinfestazione intervengano esattamente dove serve con risparmio di materiali, minori irrorazioni e aumento della resa.

Nei successivi tre anni, queste pratiche verranno estese a tutte le famiglie dei prodotti ortofrutticoli a marchio Coop per un volume complessivo di oltre 100.000 tonnellate di prodotti coinvolti (a valore circa 325 milioni di euro. 

Marco Pedroni, Presidente Coop Italia, nell'evento a Macfrut di fronte a una platea di fornitori, ha dichiarato: "Ridurre l'uso di altre molecole controverse, dopo quelle che abbiamo già eliminato in passato, significa alzare l'asticella, produrre un salto di qualità. E chiediamo anche agli altri di farlo. I residui di pesticidi nell'acqua e nel suolo, se correttamente impiegati, non sono considerati direttamente rischiosi per l'uomo, ma lo sono sicuramente per la qualità dell'ambiente in cui viviamo. Alcune di queste molecole sono discusse e critiche, con opinioni anche diverse nel mondo scientifico. Come Coop, abbiamo deciso di attivare quel principio di precauzione che ci ha fatto dire di No in altri casi controversi. In questo modo pensiamo di fare gli interessi sia dei consumatori che dell'ambiente, ovvero esattamente ciò che una cooperativa di consumatori deve fare".

In foto qui sotto: il momento della consegna del Premio Macfrut 2019 a Maura Latini, Direttore generale di Coop Italia. A consegnarlo nella giornata di chiusura della kermesse dell'ortofrutta alla Fiera di Rimini è stato il Presidente di Macfrut Renzo Piraccini, con la seguente motivazione: "Per l'importante contributo fornito allo sviluppo di Macfrut. Coop Italia è l'unica catena che ha condiviso, da subito, il progetto di fare squadra con i produttori per costruire una grande vetrina dell'ortofrutta italiana dimostrando, con i fatti, la propria diversità nel panorama della moderna distribuzione".


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto