Ostacoli all'export di mele statunitensi mentre la domanda interna rimane buona

I coltivatori di mele del Nord America stanno concludendo quella che sembrerebbe essere stata una stagione con volumi inferiori.

"Il primo giugno 2019 avremo terminato tutto, prima del solito. Normalmente, infatti, andiamo avanti fino a metà luglio", dice Scott Swindeman della Applewood Fresh Growers, LLC di Sparta, nel Michigan.

"Il raccolto qui non è stato abbondante - non quello che ci aspettavamo. Alcune varietà hanno avuto problemi di calibri, quindi anche i frutti più piccoli sono stati un fattore determinante".

In termini di varietà rimaste, Swindeman sta lavorando principalmente con Fuji, Gala, Red Delicious, Golden Delicious e Jonagold. "Probabilmente, finiremo con le Gala prima di passare ad altre varietà".

Foto: Applewood Fresh Growers, LLC 

Domanda buona tutto l'anno
Alla United Apple Sales di Lyndonville, New York, si punta a confezionare mele per quasi tutto il mese di giugno, come avviene solitamente. "Abbiamo ancora un sacco di varietà McIntosh, Ruby Frost e Red Delicious in giro", afferma Brett Baker della United.

In questa stagione, la domanda domestica di mele sembra essere forte. "E' stata buona e stabile, forse solo in leggero calo, ma c’è anche un progetto di ampliamento della nostra clientela ", afferma Swindeman.

Dal canto suo, Baker fa notare che la domanda è forte in questo momento, anche se prevede un leggero calo per Pasqua. "Storicamente, 5 giorni prima e 5 giorni dopo la settimana di Pasqua, la domanda diminuisce leggermente".

Foto: United Apple Sales

Difficoltà nelle esportazioni
La forte domanda interna è accolta favorevolmente, in particolare dopo una stagione impegnativa per le esportazioni. "I mercati esteri sono in diminuzione per diversi motivi", afferma Baker. "C'è il dollaro americano forte ed è difficile per noi garantire una fornitura a prezzi che necessariamente devono rimanere competitivi. L'Europa ha avuto un raccolto di mele molto abbondante, la scorsa stagione, e quest’anno esporta dal Medio Oriente all'India e in alcune delle destinazioni hot spot di esportazione che, negli ultimi anni, erano degli Stati Uniti. C'è molta frutta di alta qualità e a basso costo, poiché hanno minori costi di trasporto rispetto a noi. Ci hanno danneggiato anche le politiche commerciali in Cina".

Detto questo, a livello nazionale i prezzi sono registrati come equi e coerenti. "E' stata una stagione normale per quanto riguarda le quotazioni, simile a quella dell'anno scorso", conclude Baker.

Tuttavia, Swindeman avrebbe voluto vedere prezzi migliori. "Sulla base delle dimensioni del raccolto in Michigan e a livello nazionale, classificherei l'intera stagione di quest'anno come deludente", afferma. "A mio parere, i prezzi con cui abbiamo a che fare tutto l'anno non riflettono un raccolto domestico minore".

Per maggiori informazioni: 
Scott Swindeman 
Applewood Fresh Growers, LLC.
Tel: +1 (517) 447-3001
scott@applewoodapples.com 
www.applewoodapples.com

Brett Baker 
United Apple Sales
Tel: +1 (585) 765-2460
brett@unitedapplesales.com  
www.unitedapplesales.com


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto