Avvisi





Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Coert Lamers, di Nautilus Organic

Attesi a breve gli ortaggi biologici olandesi coltivati in serra

Rispetto ad altre cooperative, la Nautilus Organics è unica nel suo genere, nei Paesi Bassi, perché totalmente concentrata su frutta e verdura biologica al 100%. Per i produttori bio di ortaggi in serra, la nuova stagione sta per cominciare. A marzo sono stati commercializzati i primi cetrioli e le prime melanzane, cui seguiranno peperoni rossi e gialli, peperoni dolci a punta, pomodori snack e a grappolo. Come risultato, diversi prodotti coltivati nei Paesi Bassi saranno nuovamente disponibili in abbondanza.  

   
Ron van Dijk, produttore biologico di ortaggi in serra per Nautilus Organics

Nel prossimo periodo, questi prodotti olandesi prenderanno il sopravvento sulle verdure biologiche della Spagna. Il cambio di stagione, solitamente, avviene tra la settimana 16 e la 18. Coert Lamers, di Nautilus Organics, riferisce: "I volumi di prodotto olandese sono ancora troppo piccoli per fornire tutti i supermercati. Le cose cambieranno nelle prossime settimane. Tuttavia, i supermercati nazionali e internazionali stanno già richiedendo alcuni dei prodotti che possiamo fornire".

La domanda di prodotti biologici sta aumentando. Sebbene Nautilus Organic continui a espandersi ampliando la base di produttori aderenti alla cooperativa, la superficie biologica complessiva olandese è diminuita di qualche ettaro. "Questo accade nonostante il fatto che in Spagna la superficie coltivata a prodotti biologici aumenti ogni anno".

Quando è possibile, Nautilus Organic lavora con contratti di fornitura a prezzi fissi. "Il 75% circa dei nostri prodotti viene venduto in questo modo. Il vantaggio principale di questo sistema è che soddisfa sia i produttori che i clienti in termini di prezzi e volumi. Significa anche che possiamo mantenere al livello ottimale la disponibilità delle forniture per singola settimana e persino per singola giornata, in modo che i prezzi siano meno soggetti a fluttuazioni".

Il produttore biodinamico di ortiaggi in serra Rob ban Paassen

"La raccolta sembra procedere nei tempi stabiliti e ci aspettiamo un volume normale, in linea con l'anno scorso. Anche se dovremo stare a vedere cosa ci attenderà quest'anno".

Nautilus Organic presta molta attenzione alla questione della Brexit. "Il 25% circa della nostra produzione è destinato al mercato inglese. Una Brexit difficile potrebbe risultare in un export più problematico verso il Regno Unito. Tuttavia, offre anche possibilità per trovare soluzioni con i nostri clienti che ci permetterebbero di distinguerci dalla Spagna, per esempio. In caso si arrivasse a questo, abbiamo già preso accordi con i nostri clienti e trasportatori per rifornire il mercato inglese con i nostri prodotti il più rapidamente possibile".

Attualmente, alla Nautilus Organics farebbero ancora comodo nuovi produttori per via della crescente domanda di prodotti biologici. "A volte ci mettiamo in contatto con produttori biologici durante le fiere a cui partecipiamo. Per noi è molto importante che la visione di Nautilus corrisponda a ciò che il produttore pensa della produzione biologica e che si adatti al modo in cui Nautilus vuole spendersi come cooperativa".

Nautilus Organic vede opportunità anche nell'agricoltura biodinamica, il cui marchio più importante è Demeter, molto popolare in Germania, dove la domanda continua ad aumentare.

Contatti:
Coert Lamers
Nautilus Organic
+31 6 23 43 41 09
Ecu 21a
8305 BA Emmeloord, the Netherlands
Email: clamers@nautilusorganic.nl 
Web: www.nautilusorganic.nl


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto