Avvisi





Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Rischio dazi in Brasile: l'aglio spagnolo dovrebbe puntare altrove

L'attuale stagione spagnola dell'aglio si sta avvicinando al termine, dopo alcuni periodi difficili e la potenziale perdita di competitività in un mercato importante come quello brasiliano. L'aumento dei prezzi dell'aglio cinese, tuttavia, costituisce uno sviluppo positivo, in vista della prossima stagione.

"Le abbondanti piogge cadute del maggio 2018, hanno fortemente influito sulla qualità dell'aglio viola primaverile e, in misura minore, su quella dell'aglio bianco della Castiglia-La Mancha. Per questi problemi di qualità, i prezzi sono scesi molto, diventando un ostacolo alla commercializzazione dell'aglio viola, generalmente più costoso, tra i 30 e i 40 centesimi. Considerata la situazione, siamo stati costretti a ridurre i prezzi dell'aglio viola, che è un prodotto di qualità migliore e ha costi di produzione molto più elevati rispetto alle altre tipologie", afferma Rafael Polo, direttore commerciale della cooperativa Coopaman.

Secondo Polo, il settore spagnolo dell'aglio teme la perdita del mercato brasiliano, in seguito all'annuncio di un aumento dei dazi del 19% sull'aglio europeo.

"Il mercato brasiliano è molto importante, per noi. A differenza di altre aziende del comparto, il Brasile non è solo una via di fuga in caso di eccesso di fornitura in Europa, ma un mercato che riforniamo con volumi stabili. In Brasile lavoriamo con una clientela costante e speriamo di ampliare i nostri programmi di fornitura alle catene di supermercati. Al momento non è chiaro se l'aumento dei dazi verrà applicato o meno. Stiamo esportando in Brasile come abbiamo sempre fatto, ma se dovessero aumentare i dazi, potremmo facilmente rimanere fuori, in quanto sarebbe impossibile competere con l'aglio cinese".

Al momento, l'aumento rapido del prezzo dell'aglio cinese è una buona notizia per l'aglio spagnolo. "Ciò significa che le scorte cinesi stanno diminuendo; speriamo che le celle di stoccaggio si svuotino a fine stagione, così da iniziare la prossima stagione senza le scorte dell'anno precedente".

Adesione a Unica Group
Dopo circa un anno di negoziati, Coopaman ha firmato un accordo di integrazione con la cooperativa Unica Group, con sede ad Almería, che partirà ufficialmente il 1° giugno prossimo. Il Gruppo Unica commercializza annualmente circa 400.000 ton di frutta e verdura. Grazie a Coopaman, si aggiungeranno circa 20.000 ton di aglio ogni stagione.

"Finora, Unica Group aveva disponibilità di aglio solo per alcuni mesi dell'anno, ma grazie alla nostra integrazione sarà ora in grado di fornire questa referenza tutto l'anno, con volumi costanti", afferma Rafael Polo.

Mentre la maggior parte dei clienti del gruppo Unica lavora con grandi catene di supermercati europei, Coopaman, esportando oltre l'80% della sua produzione, è presente in più di quaranta Paesi. "Questa integrazione dovrebbe contribuire all'espansione dei mercati di Unica al di fuori dell'UE, e per noi sarà molto più facile aumentare la nostra presenza nei supermercati europei. Crediamo che la cooperazione con i supermercati porterà a vendite migliori e più stabili per i nostri membri".

Quest'anno, Coopaman sta aprendo un impianto per la produzione di olio essenziale di aglio, come azienda antesignana in Europa in questo segmento. Fornirà anche prodotti tagliati freschi come spicchi d'aglio sbucciato in imballaggi innovativi, aglio nero, pasta all'aglio ecc.

Contatti:
Rafael Polo
Coopaman
C/ General Borrero, s/n
16660 Las Pedroñeras
Cuenca, Spain.
M: + 34 639373567
T: +34 967160536
Email: nacional@coopaman.com
Web: www.coopaman.com


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto