Crescita della superficie coltivata in linea con la domanda di patate

L'Associazione dei produttori di patate dell'Europa nord-occidentale (NEPG) stima che la superficie coltivata a patate da mensa aumenterà leggermente nella prossima stagione. Dovrebbe aumentare tra l'1% e il 2% fino a raggiungere 604mila ettari nei cinque paesi produttori principali (Belgio, Germania, Gran Bretagna, Francia e Paesi Bassi). Questi dati si basano su una stima di espansione relativa al continente europeo.

Sarà l'areale di produzione più grande registrato in oltre 10 anni, anche se si tratta di una stima preliminare, dal momento che la stagione di piantagione è appena cominciata. Dati definitivi saranno disponibili a giugno.

In ogni caso, l'incremento della superficie coltivata è in linea con la crescente domanda di patate. Questa richiesta proviene principalmente dal settore della trasformazione. La crescita potrebbe essere, forse, un po' più alta se la disponibilità di tuberi-seme non fosse un problema. La qualità e le dimensioni dei tuberi potrebbero rappresentare una sfida per le patate da seme del 2019.

In termini di raccolto, la resa è più importante della superficie
Basandosi sull'esperienza, NEPG sottolinea che la resa per ettaro è più importante, per l'eventuale raccolto complessivo, rispetto alla superficie coltivata. La piantagione di patate precoci destinate al settore della trasformazione è cominciata in orario. Il resto delle patate saranno piantate ad aprile o maggio, a seconda delle condizioni climatiche.

Nella maggior parte dei paesi NEPG, i livelli delle acque sotterranee non sono stati completamente reintegrati a causa della stagione di siccità dell'anno scorso. In alcuni paesi NEPG, le piante potrebbero cominciare il proprio sviluppo in ritardo per il terzo anno consecutivo se nelle prossime settimane non ci saranno piogge sufficienti.

Quella del 2019/20 sarà una stagione di lungo stoccaggio. Questo perché nell'attuale stagione le scorte di patate sono molto basse. Alcune fabbriche resteranno chiuse un po' più a lungo e ci saranno pressioni per un raccolto precoce. Le scorte nei cinque paesi produttori principali sono molto più basse rispetto alla media quinquennale.

Il NEPG è certo che i prezzi elevati resteranno tali fino alla fine della stagione. Ciò accadrà anche se saranno disponibili volumi sotto contratto. L'arrivo delle patate novelle potrebbe cambiare la situazione. Con quello che è successo nella stagione 2018/19, i produttori devono fare attenzione al tipo di contratti che firmano. 

I paesi NEPG testano alternative al CIPC
Entro l'inizio dell'estate 2020 il principio attivo anti-germinazione (CIPC) sarà vietato e ciò rappresenterà una grande sfida per l'intera filiera. Nei cinque paesi NEPG le patate stoccate ammontano a oltre 20 milioni di ton. Queste patate vengono usate per la trasformazione, l'export e come patate da consumo. Tra i paesi NEPG si stanno valutando diversi risultati dei test sulle alternative al CIPC. Il settore ha richiesto un piano di gestione delle risorse (RMP) perché nei prossimi anni vuole potere utilizzare le patate stoccate.


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto