Il nuovo studio della Cornell University

Usa: morbo letale per gli alberi di mele

Un misterioso morbo conosciuto col nome di RAD (acronimo di Rapid Apple Decline) sta facendo una strage di giovani meli, soprattutto negli Stati Uniti. Gli alberi si ammalano improvvisamente e muoiono nel giro di poche settimane, spesso trasmettendo la malattia letale agli alberi vicini. Gli scienziati hanno valutato virus, batteri, funghi, insetti, stress meteorologico e molti altri fattori, ma ancora non hanno individuato il vero responsabile.

Un nuovo studio condotto da scienziati del dipartimento di patologia vegetale della Cornell University di New York, pubblicato sulla rivista scientifica PloS ONE, ha valutato i vari fattori che potrebbero innescare il RAD, ma nessuno di quelli presi in esame sembra esserne il responsabile.

I patologi vegetali guidati dal professor Awais Khan hanno valutato l'impatto di comunità batteriche (batterioideti, proteobatteri, acidobatteri e actinobatteri), funghi come basidiomiceti e ascomiceti e sei differenti virus, ma l'unica cosa che è emersa chiaramente è che lo stress meteorologico e la scarsa disponibilità idrica possono rendere i meli più esposti al rischio di essere colpiti, e che non è coinvolto lo stress nutrizionale.

Non si esclude naturalmente il coinvolgimento di più fattori combinati. Spesso gli alberi che muoiono sono impiantati su uno specifico portainnesto, ma non sempre. Un precedente studio condotto dall'Università Statale delle Pennsylvania aveva valutato anche la possibile responsabilità di alcuni coleotteri, ma gli scienziati non sanno se siano gli insetti a far ammalare gli alberi o se siano gli alberi ammalati a richiamare i coleotteri. Insomma, si tratta di un vero e proprio enigma fitosanitario.

Fonte: scienze.fanpage.it


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto