Ucraina: le importazioni di cipolle sono aumentate 62 volte dall'inizio dell'anno

L'attuale situazione sul mercato ucraino delle cipolle continua a peggiorare. Secondo gli analisti dell'Associazione per la frutta e verdura ucraina (UPAP), nei primi due mesi dell'anno l'import di questi prodotti nel paese superava già di 62 volte le cifre relative a gennaio-febbraio del 2018. Allo stesso tempo, le esportazioni di cipolle ucraine sono inferiori di 10 volte rispetto ai dati dell'anno scorso.

Pertanto, secondo le statistiche ufficiali, a gennaio e febbraio 2019 l'Ucraina ha importato 35.400 ton di cipolle, un record senza precedenti per questo periodo dell'anno, visto il grado di autosufficienza del paese. Per fare un confronto, nei primi due mesi dell'anno scorso sul mercato ucraino furono importate solo 565 ton di cipolle.

Allo stesso tempo, l'export di questi prodotti dall'Ucraina ha subito un netto calo. Secondo i rapporti ufficiali, dall'inizio dell'anno gli esportatori ucraini hanno spedito solo 275 ton di cipolle verso i mercati esteri, cioè quasi dieci volte in meno rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.

Secondo Tetyana Smirnova, Chief Analyst per l'Associazione per la frutta e verdura ucraina (UPAP): "L'aumento delle importazioni di cipolle in Ucraina è dovuto a un calo nella produzione domestica e a una domanda da parte dei mercati esteri piuttosto elevata per le cipolle ucraine nella prima metà della stagione".

"La maggior parte delle cipolle di qualità pare sia stata venduta a destinazioni d'oltremare prima di Capodanno, mentre al momento la qualità delle cipolle in offerta ha cominciato a diminuire rapidamente, a causa dei lunghi tempi di immagazzinamento e ciò sta portando i produttori a tentare di venderle il prima possibile".

Secondo gli operatori, le cipolle d'importazione non sono al momento molto popolari, principalmente perché i buyer hanno un'alternativa a prezzi più contenuti, ovvero il prodotto locale. A causa di ciò, le società all'ingrosso non hanno ancora venduto i volumi importati all'inizio del mese e quindi per ora non acquistano nuovi lotti.

Fonte: fruit-ukraine.org


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto