Situazione difficile per le lattughe

Buona richiesta per sedano e basilico

L'offerta limitata per il basilico coltivato in serra crea una soddisfacente situazione di mercato. Buona la richiesta anche per il sedano che mostra quotazioni alte che perdureranno. Disastrosa la campagna lattughe per via dello sbalzo repentino delle temperature e del forte calo delle vendite.

"Per quanto riguarda il sedano, c'è una buona richiesta e, da qualche settimana, si è registrato un rincaro dei prezzi. La tipologia verde ha un range tra 0,70 e 0,90 euro  e continuerà su questo livello ancora per un po' di tempo – racconta Michele Conti della OP Copla di Fondi (LT) – Il sedano bianco oscilla tra 1,10 e 1,20 euro. Il prodotto è coltivato nella zona di Fondi e Sperlonga e, oltre ai mercati nazionali, raggiunge l'estero. Il sedano è disponibile anche tagliato a tronchetto e imbustato; così imballato il prodotto raggiunge ad esempio la Repubblica Ceca".

"Le temperature sono diminuite repentinamente da due giorni a questa parte, dopo una piacevole parentesi primaverile. Il mercato delle orticole ne risente, in particolare il comparto lattughe, le cui vendite procedono a rilento – continua Michele – Nelle zone di Verona e Mantova è cominciata la produzione locale e gli agricoltori conferiscono direttamente nei mercati del nord Italia, dove siamo presenti con i nostri prodotti. Rispetto a noi, però, hanno meno spese (si pensi ai costi di trasporto delle lattughe da Fondi alle regioni settentrionali, ndr) e fatichiamo a tenere il passo".

"Per via degli sbalzi di temperatura, c'è stato inoltre un accavallamento dei trapianti. Quindi le lattughe pronte a essere tagliate sono più del previsto. Stiamo lavorando con la Grande distribuzione italiana ed esportiamo anche la lattuga imbustata, ma la situazione è difficile ovunque. L'estero lavora ad esempio con cespi di Trocadero di 300-350 grammi al massimo; il caldo dei giorni scorsi e la difficoltà nella vendita hanno portato i coltivatori a lasciare il prodotto in campo, il quale ha raggiunto un peso di 500 g. Non idoneo ovviamente all'export".

Per quanto riguarda il basilico, le quantità in serra disponibili sono più limitate al momento. "Le vendite risultano dunque più facili. Il basilico viene commercializzato a livello nazionale e mostra una quotazione di 3 euro a collo".

"Per questo prodotto, ma anche per i cespi di lattuga imbustati, abbiamo lanciato il nostro nuovo marchio Freschezza Contadina", conclude Michele.


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto